Presto sarà il momento in cui il Catanzaro sarà nuovamente parte in causa nel processo sportivo legato a Money Gate in cui la società giallorossa è accusata di aver combinato una partita con l’Avellino.
In primo grado i giallorossi sono usciti pieanemnte assolti, ma il ricorso della Procura Federale ha determinato che il procedimento si svolga anche in Appello.
La società, pochi giorni fa, ha ricevuto gli atti del ricorso del procuratore federale e i legali hanno provveduto a depositare la memoria difensiva.
C’è grande ottimismo nell’ambiente catanzarese che ci sia un’altra vittoria.
Va ricordato che la richiesta di condanna era addirittura di retrocessione all’ultimo posto d’ufficio.