Il giorno del processo sportivo è arrivato. La presunta tentata combine di una sfida tra il Catanzaro e l’ Avellino, emersa nell’ambito dell’inchiesta della giustizia ordinaria Money Gate, è finita sotto la lente d’ingrandimento del Tribunale della Figc.
La Procura Federale ha chiesto la retrocessione all’ultimo posto in classifica e la retrocessione del Catanzaro, a cui andrebbero aggiunti tre punti da scontare nel prossimo campionato.
Stessa sanzione richiesta per l’Avellino che, però, milita in Serie B.
Cinque anni di inibizione richiesti per l’ex presidente Cosentino, tre anni di squalifica per l’ex giallorosso Russotto e quattro anni di inibizione per l’altro ex Catanzaro: il direttore sportivo Ortoli.
Si attende il responso dei giudici.