Una eventuale vittoria con il Rende potrebbe dare ulteriore slancio al Catanzaro ed alimentare ancora un entusiasmo che comunque è in costante crescita. La classifica è buona e con una gara ancora da recuperare, un successo renderebbe tutto davvero interessante, mister Erra alla vigilia:

“Il derby di adesso con il Rende rispetto a quello di un mese e mezza fa è diverso, siamo noi diversi e cercheremo di interpretarla nel modo migliore. Ci sono tutti i presupposti per fare una grande prestazione ed ottenere il meglio. E’ necessario diminuire i periodi in cui la squadra commette degli errori, siamo ancora altalenanti e quindi è opportuno sarebbe trovare una buona via di mezzo ed i margini per farlo ci sono.

Ritengo che quei vuoti che creiamo all’interno di una partita non siano una questione tattica, ci vuole intensità continua, soprattutto quando veniamo attaccati, visto che siamo più adatti ad attaccare. Mi aspetto un Rende battagliero, giovane e che sul proprio campo vorrà ben figurare, ci sarà anche da non essere belli ma concreti, ci sono delle insidie, ma sono sicuro che avremo delle risposte dalla nostra squadra.

Noi siamo molto concentrati su noi stessi, ben consapevoli delle qualità del nostro avversario, ma se riusciamo a fare bene ci può interessare meno quello che fanno gli altri. Mi aspetto grande cattiveria agonistica, determinazione, ci vuole piglio ed autorità, dal punto di vista tattico si provano soluzioni che possano tornare utili in corso d’opera, proprio per sopperire a quelle criticità a cui si faceva riferimento prima”.