Il ritorno alla vittoria dopo la battuta d’arresto con il Lecce e la sosta forzata dalla indisponibilità del campo della Sicula Leonzio. Il Catanzaro conquista tre punti importanti, raggiunge quota dieci in classifica, ripetiamo, con una gara in meno, ma comunque c’è motivo di insoddisfazione per una prestazione non proprio esaltante, così come onestamente dichiara il tecnico Erra: “Vanno gestite meglio alcune situazioni, soprattutto quando loro si sono sbilanciati in avanti alla ricerca della rimonta, si è sofferto troppo prima di trovare il giusto equilibrio. Abbiamo tanti giocatori nel reparto avanzato con determinate caratteristiche omogenee, si è partiti in un certo modo e si è finiti in un altro, dipende da quello che propone la partita, non ci sono gare facili o scontate. Non siamo stati belli a vedersi, ma assolutamente concreti e comunque in grado di calarci in quello che è stato il contesto della partita. Il primo tempo si è giocato bene in ripartenza, il loro atteggiamento difensivo ci ha creato qualche difficoltà nel trovare gli spazi soprattutto per il loro centrocampo folto, comunque siamo riusciti a sbloccarla. Insieme a questo la mia squadra ha concesso qualcosa, perché ancora non si è capito completamente che la fase difensiva va fatta da tutti, per questo motivo dopo il 2-0 si è dato troppo spazio all’avversario. Sono contento per il rientro di Di Nunzio dopo il lungo periodo di stop, c’è bisogno di tutti, in modo particolare quando gli impegni sono così ravvicinati, il mio pensiero è già rivolto alla prossima sfida di sabato”.