Il 2016 si apre peggio di quanto avrebbe sperato il Catanzaro dopo i sette risultati utili consecutivi che avevano chiuso il precedente anno solare.
Le aquile cadono sotto i colpi del Melfi che si impongono con il punteggio di due reti a zero.
Una gara giocando comunque con il piglio giusto dai calabresi che si sono arresi a due realizzazioni, frutto di due delle poche azioni create dai padroni di casa.
L’inizio, però, mette da subito in discesa le cose per i padroni di casa: al 1′ fa centro l’ex di turno Masini con un destro.
Il palo nega il pareggio a Maita al 9′ ed è il segnale che non sarà una giornata fortunata per i giallorossi.
E’ una di alcuna tra le buone occasioni che la formazione di Erra avrebbe per centrare un meritato paregigo.
Ma al 71′ l’infortunio di Ricci regala il raddoppio ai padroni di casa: Masini, infatti, intercetta un suo passaggio fuori misura per Orchi e smarca Soumarè che supera agevolmente Grandi.
Il Catanzaro, dunque, si ferma a Melfi.