ASD CATAFORIO C5 REGGIO CALABRIA-FARMACIA C.LE PAOLA 5-4 dts (4-4)

Marcatori: 5’41” pt Mateus (P), 6’59”pt Chianello (P), 13’38”pt e 16’51”pt Atkinson (C), 2’50”st Scarnà (P), 5’09”st Scopelliti (C), 15’48”st Dos Santos (P), 12’04”st Durante (C), 2’00”sts Martino (C)

Cataforio: Parisi, Durante, Giriolo, Laganà, Martino, Sarica, Scopelliti, Cilione, Atkinson, Modafferi, Labate, Mancuso. All. Praticò.

Paola: Filò, Cleber, Matheus, Spinelli, Dos Santos, Bonocore, Chianello, Bartella, Scarnà, Pizzino, Taofiq, Molinaro. All. De Giovanni.

Note: Ammoniti: Maritno, Durante, Modafferi, Giriolo (C), Cleber, Dos Santos (P).

Gol ed emozioni fanno da cornice al primo match stagionale per Cataforio e Paola. La spuntano alla lunga i reggini, con merito, grazie alla zampata vincente di Martino che bagna con un gol il suo esordio con la nuova maglia. La dedica, tutta per il Vice-Presidente Domenico Romeo. Silani rinnovati nel roster e che schierano dall’inizio davanti a Filò, Cleber, Matheus, Spinelli e Dos Santos. Rispondono i locali con Parisi, Durante, Giriolo, Laganà e Martino, unico vero acquisto rispetto allo scorso campionato, oltre l’integrazione dei giovani Sarica e Mancuso.

Sfida che, dopo un avvio dettato più dall’emozione dei locali, con leggero predominio ospite, vede i reggini fare la partita con buona circolazione del pallone, a tentare di scardinare l’attenta difesa del Paola. Un pò meno attenta la retroguardia bianconera che si fa sorprendere da Matheus e da Chianello. Sotto di due reti la squadra di mister Praticò aumenta la sua presenza nella metà campo avversaria ed Atkinson chiede costantemente il pallone; splendida la triangolazione con Giriolo che porta il brasiliano ad accorciare le distanze e, poco più tardi, a trasformare la punizione da posizione centrale che vale il 2-2 sul quale si decide la prima frazione. Da segnalare l’esordio in prima squadra per un positivissimo Sarica.

Nella ripresa è ancora il Cataforio a dettare i tempi al match seppure sia nuovamente Paola a trovare la via della rete. Scarnà insacca sugli sviluppi di un calcio d’angolo (con deviazione anche di Modafferi). Ci pensa poi Scopelliti, sfruttando l’errore del portiere Filò, a rimettere il match in parità dalla propria metà campo ed a porta sguarnita. Per lui secondo gol consecutivo, dopo quello dello scorso anno, ai danni del Paola sempre in Coppa Divisione. Cambi operati di continuo dai due allenatori, gioco equilibrato e per i pivot si fa dura trovare spazi in attacco. Ci riesce allora con una ripartenza Dos Santos che a tu per tu con Parisi rimette avanti i biancoblu nel punteggio. Sale a questo punto in cattedra Durante, che intensifica i recuperi difensivi e aiuta concretamente a ripartire. Insieme a lui Atkinson continua a fare a “sportellate” con Cleberson non trovando spazio per concludere. Il brasiliano però recupera un importante pallone che servirà, una volta davanti a Filò, all’accorrente Durante che da due passi fa 4-4.

Si va dunque ai supplementari con Filò e Parisi che si esibiscono i due belle parate, mentre Modafferi deve salvare con un colpo di testa sulla linea. Come detto, è Martino che si fa trovare al posto giusto ed al momento giusto, battendo Filò che aveva respinto corto sul bolide di Laganà. Per l’ex Futura, una gara di sacrificio con poco spazio per poter calciare a rete indisturbato ed il gol è il giusto coronamento per non essersi abbattuto ma per aver perseverato. Cataforio in vantaggio per la prima volta nel match a 3′ dalla fine del secondo supplementare, quando lo spauracchio dei calci di rigore aleggiava sul “PalaMazzetto”. Reggini che avanzano dunque al Secondo Turno dove affronteranno in trasferta Lasportiva Traforo (Serie B) che ha battuto per 4-3 il Real Rogit (Serie A2), sovvertendo i pronostici della vigilia.

A fine gara, le dichiarazioni dell’allenatore Pasquale Praticò e di Giuseppe Scopelliti:

Pasquale Praticò: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e dura dal punto di vista fisico, caratteristica nel DNA del Paola, da combattere fino alla fine. All’intervallo ho espresso ai ragazzi il mio essere contento e fiducioso per il gioco espresso; un Cataforio molto propositivo e siamo stati alla fine premiati anche dalla nostra giusta mentalità. Il nostro è un roster corto però composto da 10 persone che possono tutte entrare in campo, posso contare su tutti fino a fine anno. Partire con una vittoria fa sempre bene, specialmente all’ambiente, in vista anche dell’esordio in campionato. Ci teniamo tanto a questa competizione. L’esordio di Sarica? Ha iniziato con il piglio giusto. Un classe ’99 con grandissime potenzialità e da qui a fine anno farà parlare di sé”.

Giuseppe Scopelliti: “Vogliamo dedicare fortemente questa vittoria al nostro Mimmo Romeo che fisicamente non è stato presente a questo match, ma con il cuore e con la testa era con noi. Penso che sull’ultimo gol di Martino c’è stato anche il suo zampino nello spingere dentro quel pallone. Io come tutti i miei compagni cerchiamo di fare bene. Siamo un gruppo livellato ed ognuno deve dare il 100%; solo così, come ne è stata la riprova questa partita, possiamo fare veramente bene. Il Paola forse mi porta fortuna, oggi forse il gol è stato anche fortunoso. Certamente fa piacere ma prima di tutto viene il bene della squadra. Pagati i primi minuti di ambientamento abbiamo disputato secondo me una buona prova, tenendo in possesso il pallino del gioco. Sarebbe meglio non subire gol ma nonostante ciò, abbiamo giocato bene e di squadra e ci siamo ripresi alla grande. Cerchiamo di evitare alcuni errori e per quanto riguarda Martino sono felicissimo per il suo gol, lui che da subito si è inserito a meglio in questo gruppo”.

Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Cataforio –