Cresce l’attesa per il match-promozione tra Royal Team Lamezia-Woman Napoli, domani a Pentone alle ore 16, con le lametine in vetta ed in vantaggio di 3 punti proprio sulle campane. Dopo l’allenamento di martedì al PalaSparti, ‘freddamente’ confermato nella sua chiusura al pubblico venerdì dai dirigenti comunali, nonostante l’ennesimo tentativo del Comitato “Sì allo sport” per riaprirlo in questo rush finale, la Royal ha saggiato il Pala Sant’Elia di Pentone negli allenamenti di giovedì e venerdì. Si preannuncia comunque il sold out con annessa coreografia da incorniciare, ed oltre alla consueta fondamentale partecipazione del gruppo Ultras lametini sempre presenti, ci saranno anche molte autorità politiche, sportive e personaggi noti tra cui lo stilista lametino Anton Giulio Grande, esempio positivo al pari della Royal, di come con professionalità e competenza possano raggiungersi risultati prestigiosi.

 

Royal concentrata nell’affrontare il match con la dovuta serenità e altresì consapevole dei propri mezzi, che vengono ben illustrati nelle impressioni del capitano Samanta Fragola, 37 anni e non sentirli, già in A Elite con Locri e Salandra. “In verità – ammette – da un po’ mi aspettavo che dovesse decidersi tutto all’ultima gara perché comunque il Napoli è una bella squadra, e siamo entrambe lì a giocarci il campionato”. Chiara poi su ciò che potrà risultare vincente. “Aver messo il cuore tutto l’anno non basta più, ora servirà anche grinta, forza e la determinazione di voler vincere davvero questo campionato. Il calo a Natale? Intanto diciamo che è stato un bel campionato per noi, ritrovando anche un modo di giocare piacevole, con grande coesione tra noi ragazze. Abbiamo avuto quel calo a dicembre-gennaio magari un po’ per la stanchezza e per qualche altra problematica, però l’importante è che poi ci siamo riprese alla grande”. E sull’assenza del pubblico per la chiusura del PalaSparti sottolinea: “Ha pesato tanto perché comunque i nostri tifosi danno una grande carica quando giochiamo, e non sentire i loro cori ed il sostegno ha influito. Sapevamo comunque che pur restando fuori ci erano vicini e pronti a tifare per noi”. Quindi, dalla più esperta del gruppo, non a caso il capitano, ecco come ha visto le sue compagne alla vigilia di questa gara importante. “Nelle ultime gare sto parlando molto con loro prima di scendere in campo, e sul fatto che vogliamo tutti lo stesso risultato non ci sono dubbi. Vincere cioè questo campionato ed essere soddisfatte e fiere del lavoro che abbiamo fatto finora. Il futuro? Continuerò fin quando ho forze in corpo e nelle gambe, poi bisogna vedere le strade da prendere e certamente mi farebbe piacere restare alla Royal perché ormai è come se fosse una famiglia per me il presidente Mazzocca, la presidentessa Vetromilo e tutta la dirigenza”.

Tra gli artefici di questo campionato non può che esserci ovviamente il presidente Nicola Mazzocca (oltre alla moglie-presidente Claudia Vetromilo). “A 24 ore dalla partita ho sensazioni positive – inizia Mazzocca – perché ho visto le ragazze allenarsi bene e con impegno, quindi al di là di qualche acciacco sono certo che avranno abbastanza voglia per portare a termine in modo positivo questo campionato”. E sul Napoli… “E’ una squadra fortissima: l’ha dimostrato nel girone di ritorno vincendo tutte le partite, quindi ci auguriamo che interrompa questa serie proprio contro di noi, che dal canto nostro non siamo da meno. Sarà una battaglia che ci auguriamo vincente per noi”. Al di là dei rimpianti per il PalaSparti vietato al pubblico, questa di Pentone è una bella struttura, dove il pubblico dovrà recitare un ruolo fondamentale. “Assolutamente è il nostro auspicio – sottolinea Mazzocca -, certo dispiace per il PalaSparti chiuso perché ritengo non ci sarebbe stato posto neanche per uno spillo. Spero che i nostri concittadini ci seguano in questa gara che merita, anche quelli che non lo fanno abitualmente, tra l’altro in un bell’impianto come quello messoci a disposizione dal sindaco di Pentone, Michele Merante”. Infine ecco la sua richiesta alla squadra: “La squadra deve fare quel che sa fare perché lo sa fare anche abbastanza bene e sono certo che il risultato arriverà. Partiamo da un buon vantaggio, le ragazze ne sono consapevoli e si impegneranno per ottenere un risultato positivo”.

CONVOCATE: Ceravolo e Guerra i portieri; quindi Fragola, Corrao, Manitta, Sabatino, Losurdo, Primavera, Linza, Ierardi, De Sarro, Sgrò. All. Ragona.

ARBITRI: Lucio Coviello di Potenza e Paolo Lapenta di Moliterno. Crono: Gennaro Cefalà di
Lamezia Terme.