Riprende la Serie A2 dopo l’ultima sosta del torneo, quella di Pasqua. La capolista Royal Team Lamezia, miglior difesa (39 gol subìti) e secondo attacco (88) dopo Afragirl (98), viaggerà alla volta di Taranto (inizio gara ore 15.00), terz’ultimo in classifica con 16 punti, frutto di 5 vittorie e 1 pareggio, e ben 12 sconfitte, la terza più battuta dopo le due calabresi Reggio e Cosenza. E proprio contro le due calabresi il Taranto ha vinto nelle ultime cinque gare.

Una trasferta che sulla carta sembrerebbe agevole, ma guai in casa-Royal a sottovalutare le tarantine che, ovviamente, vorranno far bella figura in casa, magari iniziando a pensare ai play out.

Mister Ragona ha catechizzato a dovere la sua squadra, ritornata in gran forma dopo l’exploit di Ottaviano e la conferma in casa contro Vittoria prima di Pasqua. La squadra ha proseguito intensamente nel lavoro settimanale, alternando sedute tecniche ad altre atletiche. E’ rientrata in gruppo da qualche giorno il portiere Greta Guerra, ancora non al massimo dopo il gesso alla mano, ma comunque arruolabile per questa trasferta tarantina. Ancora ferma ai box invece Ierardi, alle prese coi problemi al ginocchio dopo i punti di sutura di due settimane fa.

 

E comunque, al di là di queste problematiche, Royal concentrata nell’unico obiettivo da perseguire a Taranto, vincere e staccare il Napoli attualmente a pari punti (44), ma con le partenopee che osserveranno domani il secondo ‘personale’ turno di riposo. Occasione ghiotta dunque per Fragola&compagne da non lasciarsi assolutamente sfuggire, ne interpreta bene lo spirito di squadra il portiere Giusy Ceravolo che, al sito Lady Futsal, ha sottolineato: “A Taranto non è una partita da sottovalutare e la concentrazione dovrà essere massima, come in ogni partita d’altronde. Per cui anche se Taranto occupa le zone basse della classifica non andremo lì rilassate. A partire da questo weekend – continua Ceravolo – saranno tutte partite molto importanti e diciamo pure che ogni domenica sarà una finale. Dovremo pensare soltanto a noi stesse ed a fare del nostro meglio per raggiungere l’obiettivo prefissato”. E infine sul distacco di ben 11 punti sulle terze (Afragirl, Ottaviano e Palermo), osserva: “ Non ce lo aspettavamo, ma lo ritengo meritato per come duramente abbiamo lavorato finora”. Dunque consapevolezza della Royal che non bisognerà assolutamente calare in concentrazione, puntando ad ottenere il massimo da questa trasferta per poi completare l’opera nelle successive tre gare (Reggio e Napoli in casa inframezzate dalla trasferta di Salerno).

 

 

CONVOCATE: Ceravolo e Guerra i portieri, quindi Fragola, Manitta, Losurdo, De Sarro, Primavera, Sgrò, Corrao, Sabatino, Linza. All. Ragona

ARBITRI: terna tutta di Brindisi con Paolo De Lorenzo e Gianfranco Marangi e crono Martino Carrieri.