Solo un punto per la Futura che lascia l’amaro in bocca dopo una partita controllata per tutti i 40 minuti.
Davanti ad un pubblico che cresce gara dopo gara i ragazzi del presidente Cogliandro possono recriminare per l’ennesima partita dove la dea bendata ha girato le spalle.
Dopo alcune occasioni sprecata dalla Futura gli ospiti passano improvvisamente in vantaggio nel primo tempo , su autogol scaturito da un controllo sbagliato dall’ ottimo Labate che mette nella sua porta .
Un minuto dopo  però è sempre Labate con un fendente in diagonale che  ristabilisce la parità .
Partita maschia con un arbitraggio poco severo  che si chiude sull’ 1 a 1 alla fine del primo tempo .
La ripresa inizia con la Futura che continua a fare la partita .
La rete del vantaggio arriva al termine di una bellissima azione con il portiere Martino che funge da quinto di movimento ed uno splendido tiro di sinistro di F Martino che insacca all’ incrocio dei pali .
Da evidenziare che a 9 dalla fine la Futura esaurisce il bonus dei falli e da quel momento la partita va avanti con la squadra di casa che tiene il pallino del gioco limitata, però, dai 5 falli commessi .
A un minuto della fine , in fase offensiva, Caminero, con un recupero sulla linea laterale, serve inavvertitamente un avversario favorendone la ripartenza ed il Catania pareggia con un diagonale che si insacca alle spalle di Martino.
2 a 2 ma non finiscono le emozioni infatti, a 30 secondi dalla fine, viene espulso per un fallo su Rechichi un giocatore del Catania .
Il tempo per creare una clamorosa occasione gol non finalizzata dai ragazzi di casa e quindi la partita finisce in parità  con tanto rammarico .
Complimenti comunque al Catania per la caparbietà con la quale ha ottenuto il pari.
Buono l’arbitraggio.