Dodicesima vittoria stagionale per la Royal Team Lamezia che archivia in fretta la Coppa Italia, anche se all’inizio sembra esserci ancora qualche scoria sul piano mentale, e riprende la marcia in vetta alla classifica a suon di gol. 3-1 a fine primo tempo ed altri due gol nella ripresa per la squadra di mister Ragona, che all’inizio presenta un quintetto inedito per la presenza della brava Sgrò, con lei il portiere Ceravolo, capitan Fragola, Corrao e Primavera e con Losurdo in panca, che diventerà poi la grande protagonista, autrice di una tripletta con cui raggiunge 20 gol stagionali. Si è giocato in un PalaSparti desolatamente vuoto, un’atmosfera surreale che nulla ha a che vedere con i valori dello sport. Strano ascoltare soltanto le voci di tecnici e calcettiste, mancando quella dei tifosi e del pubblico in generale senza i quali lo sport non ha granchè senso.

 

Tra le convocate in casa-Royal recuperata Leone stante l’indisponibilità in extremis di Ierardi. Prima fase di studio tra le due squadre, ci sono continui capovolgimenti di fronte ma i rispettivi portieri fanno buona guardia, oltre a qualche imprecisione al tiro da parte dei due attacchi. E così bisogna attendere il decimo minuto per assistere alla prima prodezza del bomber Losurdo. Azione personale da centrocampo, scambio con Concyta Primavera che di fatto la smarca tutta sola davanti al portiere per l’1-0. Passano due minuti circa e capitan Fragola nella sua solita ripartenza semina due avversari, scambia con Linza e mette dentro il 2-0. Il Rionero però non si arrende, anzi continua a fraseggiare bene e dopo un minuto accorcia le distanze con Huchitu. Ma la Royal è determinata a chiudere il match e ancora Losurdo, recupera palla a centrocampo e con un tiro dalla distanza chiude il primo tempo 3-1.

Nella ripresa Royal alquanto concentrata catechizzata a dovere da mister Ragona che non vuole cali di tensione, ma dall’altra parte Rionero si compatta e chiude ogni varco alle lametine. Qualche sortita da parte della Royal ma Martino fa sempre buona guardia. E così bisogna attendere gli ultimi due minuti per veder concretizzata comunque una certa supremazia da parte di Losurdo&compagne. Proprio il pivot piemontese sigla la tripletta personale con grande caparbietà tirando di punta imprendibile per Martino. E ciliegina sulla torta da parte di Primavera: l’atleta siciliana corona la sua buona prova imitando l’ultima conclusione della compagna e salendo a quota 18 in classifica bomber. In classifica Royal (35 punti) a +2  sul Napoli (5-0 al Vittoria) e +9 su Salernitana (2-1 al Taranto) e +10 sul Martina (perso 5-3 ad Afragola).

“C’era grande voglia di riscattare la brutta finale di Coppa – inizia il presidente della Royal, Nicola Mazzocca -, ed infatti all’inizio la squadra sembrava ancora risentire mentalmente di quella finale. Poi con l’impegno e la concentrazione di tutte le ragazze siamo riusciti a far nostra la gara. Deve essere chiaro che il campionato è lungo, non abbiamo ancora vinto nulla per cui ogni domenica serve massimo impegno e concentrazione. Ma non solo: il buon risultato in ogni gara dipende sempre dal lavoro fatto durante gli allenamenti quando anche lì bisognerà mantenere concentrazione sempre massima. Continuando dalla prossima trasferta a Martina”.

 

TABELLINO 5-1

 

ROYAL: Ceravolo, Fragola, Primavera, Sgrò, Corrao, Losurdo, Linza, Manitta, De Sarro, Sabatino, Leone, Guerra. All. Ragona

RIONERO: Martino, Carrubba, Huchitu, Quarta, Di Sanza, Oliva, Cerone, Carlucci, Laluce, Vitalà. All. Tolla

ARBITRI:  Luigi Alessi di Taurianova e Pietro Vallone di Crotone. Crono: Lucy Molinaro di
Lamezia Terme.

RETI: 1t 10’19” Losurdo, 12’51” Fragola, 13’49” Huchitu (Ri), 15’32” Losurdo; st 18’37” Losurdo, 19’48” Primavera.