Surace e Cacurri decidono il big match

U18 GIR. F, 3^GIORNATA RITORNO:

Asd Cataforio-Maestrelli 2-0

Marcatori: 16’st Surace, 30’st Cacurri

Asd Cataforio: Mancuso, Campolo, Petitto, Cacurri, Quattrone, Sarica, Surace, Nucera, Al. Labate, Cantarella, Attinà, Laganà. All. Quattrone.

Maestrelli: Falcone, Praticò, Scopelliti, D’Agostino, Barillà, Orsolini, Logiudice, Saffiori, Popadic, Quartuccio, Timone, Smorto. All. Caracciolo.

Note- Al 26’st Praticò (M) sbaglia un tiro libero; Ammonito: Sarica (C)

Vittoria sofferta ma meritata per il Cataforio, in una gara molto tattica e difficile da sbloccare. I ragazzi di mister Quattrone non brillano come in altre circostanze, merito anche degli avversari che, con una grande organizzazione difensiva, hanno fatto sudare le proverbiali sette camice a Labate e compagni. C’è però da dire che anche Mancuso, portiere della capolista, ha sfoderato dei grandi interventi che, alla lunga, sono risultati decisivi.

Analizzando la cronaca, il leitmotiv vede un gran possesso di palla da parte del Cataforio ed una Maestrelli chiusa a doppia mandata all’interno della sua metà campo, pronta e reattiva tanto in marcatura quanto in ripartenza. Orsolini chiama in causa Mancuso al 2′, mentre al 14′ è Quartuccio che non sfrutta da buona posizione, sempre su azione di rimessa. Cataforio che ci prova con qualche inserimento da destra, ma nulla di preoccupante per Falcone che ci mette piedi su Cantarella per due volte: prima su un calcio di punizione e poi su una conclusione dalla sinistra. In mezzo, impreciso il piatto di Alessio Labate con il portiere ospite in uscita. Al 26′ Mancuso si esalta nuovamente su Praticò con un grande riflesso; sull’angolo susseguente Orsolini manda fuori di pochissimo. In chiusura Cataforio che crea le sue migliori occasioni della prima frazione. Lob di Surace per Cacucrri e gran risposta di Falcone con un volo plastico. Ancora il portiere della Mestrelli è costretto agli straordinari stavolta su Surace.

La ripresa si apre ancora nel segno di Mancuso. Il bravo numero 1 del Cataforio salva su Praticò (il migliore dei suoi) che poco prima aveva tentato il gran destro al volo, in corsa. Poi, al 6′, Orsolini giunge a tu per tu e si fa fermare dalla perfetta uscita proprio di Mancuso che sbarra la strada al diretto avversario. Dall’altra parte Quattrone e Labate costringono Falcone ad altre deviazioni in angolo, mentre ben più pericolosa la carambola che si innesca ad un metro dalla linea di porta, con Praticò e Quartuccio, sventata, manco a dirlo, ancora da Mancuso. La serie di occasioni da gol fallite dalla Maestrelli, confeziona quella che è la legge non scritta del mondo del pallone, con il contropiede di Surace che dalla sinistra beffa l’incolpevole Falcone. Siamo al 16′ ed al 26′ arriva il sesto fallo per il Cataforio, con la Maestrelli che potrebbe rimettere in parità il match da tiro libero. Calcia sul fondo però Praticò, che nel rientrare in difesa non riesce a darsi pace per l’errore. Al 28′ Quattrone timbra il palo a porta vuota, mentre all’ultimo istante di gara il contropiede avviato da Cantarella è rifinito in situazione di tre contro due da Surace che trova puntuale l’inserimento di Cacurri che raddoppia. Neanche il tempo di rimettere la sfera a centrocampo che l’arbitro emette il triplice fischio finale.

Vittoria sofferta ma dal peso specifico importante per la classifica, per un Cataforio che ora consolida il primato a +7 dalla Maestrelli seconda e con il vantaggio degli scontri diretti. Gli impegni per i bianconeri proseguiranno mercoledì sera quando l’U19, che ha osservato il turno di riposo in campionato, ospiterà il Futsal Marigliano per la gara di Coppa Italia di categoria. Gara secca e la vincente affronterà una tra Napoli e Bernalda.

Mister Giovanni Quattrone ha così commentato al termine dell’incontro: “I complimenti per questa partita voglio anzitutto farli ai miei ragazzi, ma anche alla Maestrelli che ha dimostrato di essere la squadra più organizzata a livello difensivo del girone, infatti solo contro di loro abbiamo vinto con solo due gol di scarto (1-3 e 2-0 ndr). Hanno anche avuto le loro occasioni in attacco ma Peppe Mancuso ha fatto almeno due interventi decisivi. In ogni caso siamo stati un po’ sottotono rispetto ad altre partite e me ne assumo le responsabilità perché siamo già con la testa proiettati alla sfida contro il Marigliano. La classifica? Sembra che il primato sia ormai cosa fatta, con 7 punti di vantaggio con gli scontri diretti a favore sulla Maestrelli, seconda. Può succedere di tutto, dovremmo perdere tre partite. È difficile, ma è chiaro che non possiamo cullarci ne abbassare la guardia. Questo aspetto aiuta in qualche modo anche per l’U19 visto che si tratta comunque di tutt’altro campionato. Il Marigliano? Ho visto qualche video e sono un’ottima squadra. Adesso sono quinti in classifica ma era anche terza nel momento in cui ha ottenuto la qualificazione alla Coppa. Dal canto nostro dovremo sfoderare un’altra prova di maturità per proseguire le 8 vittorie ottenute in campionato. Ci auguriamo arrivi anche la nona.