Riprende a giocare la Royal Team Lamezia dopo la pausa natalizia e dopo l’ultimo splendido exploit di Napoli del 17 dicembre scorso. Ma per la squadra di mister Ragona non sarà campionato, che riprenderà il 21 gennaio (il 28 per la Royal Team) ma Coppa Italia. Domani alle ore 15.30 al PalaPace di Vibo Valentia contro il Rionero. Quest’anno formula diversa: c’è una fase di campionato che riguarda le prime 4 classificate a fine girone di andata, con semifinale e finale ad eliminazione diretta sul campo  della migliore classificata. Dunque Royal-Rionero e Martina-Napoli (rispettivamente prima contro quarta e seconda contro terza classificata). Poi la fase nazionale, con l’unica vincente che parteciperà a Marzo prossimo alle Final Four in Puglia.

 

Primo risultato centrato dunque per la Royal, che ovviamente non si accontenta soltanto di partecipare e, nonostante la non trascurabile tematica del ‘campo neutro’ di Vibo Valentia, le calcettiste lametine sono determinate a raggiungere le Final Four. Si giocherà dunque al PalaPace di Vibo Valentia, subito reso disponibile dalla società femminile di calcio a 5 vibonese di Serie C, presieduta da Cristian Lotti. L’ordinanza dei commissari prefettizi di Lamezia che ha disposto la chiusura del PalaSparti al pubblico per motivi di inagibilità, ha di fatto costretto i presidenti Mazzocca e Vetromilo a questa decisione, ricordando anche il precedente favorevole della finalissima per la Serie A del 2015 giocata proprio a Vibo. Ovviamente la speranza è che il PalaSparti venga subito reso agibile ed a tal fine è stata fissata una riunione in Prefettura lunedì prossimo con tutte le società utilizzatrici della struttura.

 

Intanto attenzioni rivolte al Rionero, unica squadra del campionato ad aver battuto, tra le undici, la Royal Team Lamezia alla quinta giornata, in realtà per la Royal era la terza. Squadra pimpante  quella lucana che con lo sprint in extremis a fine andata ha scalzato la Salernitana dal quarto posto. Mister Ragona pensa alle difficoltà del ‘nuovo’ campo: “Soprattutto sono quelle al fatto che saltano diversi equilibri, perché lavorando sempre nella stessa struttura siamo abituati a quelle misure avendoci ormai fatto l’abitudine.  Andare a Vibo Valentia cambierà tantissimo – ammette Ragona -, è come giocare in un campo da trasferta con la differenza di avere il sostegno dei nostri meravigliosi tifosi che spero siano numerosi. Certo abbiamo preso le giuste contromisure nei nostri allenamenti al PalaSparti, riducendo le misure del campo che a Vibo sarà più largo e più corto rispetto al nostro.  Ci adegueremo cercando di vender cara la pelle per vincere questa partita fondamentale”. Ed aggiunge: “Ci aspetta un ritorno più difficile ma noi ci impegneremo sempre al massimo, tra l’altro ci siamo anche rafforzati con Manitta e Sgrò (entrambe convocate per domani). Per i risultati metto la firma a continuare così, ma per il gioco tutto è perfettibile, l’intento è cercare di presentare una squadra ancora più bella da vedere, ci lavoriamo. A me non piace essere passivo, ripartire o sfruttare gli errori degli altri, ma piuttosto procurarli agli avversari. Intanto pensiamo al Rionero che ho studiato a fondo e che vogliamo assolutamente battere”. Anche a Vibo non mancherà il sostegno dei tifosi lametini della Royal, che saranno presenti in massa ricordando anche l’esodo maggio del 2015.

CONVOCATE: Ceravolo e Guerra i portieri, quindi Fragola, Leone, Manitta, Corrao, Linza, Ierardi, Primavera, Losurdo, De Sarro, Sgrò. Resta fuori Sabatino che sta smaltendo i postumi dell’infortunio subìto a Napoli.

ARBITRI: Antonio Marino di Agropoli e Nicola Raimondi di Battipaglia. Crono: Gennaro Cefalà di Lamezia Terme.