Il 2017 sarà ricordato in casa Odissea 2000 come l’anno del ritorno in serie A2. Un traguardo programmato, cercato e voluto dalla società calabrese per riportare il futsal rossanese nella seconda serie nazionale. Un obiettivo meritato che la squadra gialloblù sta legittimando con un campionato di vertice.

Ripercorriamo il duemidiciassette con il presidente della società rossanese Luigi Marino.

“Anche nel 2017 abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Dopo aver vinto la Coppa Italia di serie B, volevamo fortemente ritornare in A2 e, al primo tentativo, ci siamo riusciti. Un traguardo che non è stato facile da raggiungere perché dai play off accedeva alla seconda serie nazionale solo una squadra di tutta Italia – ha affermato il numero uno della società rossanese -. Il sogno sarebbe portare la mia città, che io già chiamo Corigliano-Rossano perché a breve diventerà Comune unico, in serie A, ma per questo ultimo passo bisognerebbe creare le giuste sinergie poiché il nostro piccolo sodalizio da solo non è nelle possibilità di affrontare un impegno di tale levatura. Speriamo che nel prossimo futuro si possano creare le condizioni per raggiungere la massima serie. Tornando alle vicende del 2017 – ha continuato Marino – anche il cammino nel nuovo campionato è stato positivo. Abbiamo chiuso il girone d’andata al terzo posto in solitaria che ci permette di poter disputare le eliminatorie di Coppa Italia. A questo proposito voglio dire che con la formula dello scorso anno staremmo festeggiando l’accesso alle Final Eight, ma la nuova governance del calcio a 5 ha deciso di cambiare le regole e bisogna superare altri due turni per accedere alle Final Four. A mio parere non vi era nessuna necessità di cambiare formula perché questa non apporta nessun miglioramento. Detto ciò, bisogna guardare sempre avanti e per il 2018 i nostri obiettivi sono le Final Four di Coppa, che significherebbe essere tra le migliori quattro squadre d’Italia, e un ottimo piazzamento in campionato, traguardi difficili ma che proveremo a raggiungere con tutte le nostre forze. Un aiuto verrà anche dal pubblico che dalla prossima gara casalinga potrà finalmente tornare ad assistere alle partite della sua squadra perché è finito il “dramma” di giocare a porte chiuse. E proprio nel mese di gennaio, al PalaEventi, avremo tre partite di grande importanza, due di campionato il 6 contro il Todis Lido di Ostia e il 20 contro il Ciampino con nel mezzo, giorno 13, la prima eliminatoria di Coppa Italia con la Virtus Noicattaro. Siamo alla fine dell’anno e colgo l’occasione per augurare le migliori fortune a tutto il mondo del calcio a 5”.