Nemmeno la settima giornata del massimo campionato regionale ha tradito le attese, con lo spettacolo e i colpi di scena che l’hanno fatta da padroni, così come il ristretto “club” dei giocatori andati a segno in tutti i turni finora disputati (Creaco, Ecelestini, Gabriele Cremona, Salerno e Zurlo) e il “pokerista” Galiano sono stati parte integrante dei 46 gol totali siglati.   Tre vittorie interne, tre pareggi e un’affermazione esterna hanno caratterizzato il round di questo sabato, in cui a spiccare era soprattutto la sfida a distanza, in vista del match in programma tra sette giorni al PalaEventi, tra la capolista Futsal Polistena e LS Spadafora Games Traforo.

La formazione di Alfarano è apparsa in affanno per quasi un tempo al cospetto di un super Bovalino, salvo poi rimettersi in carreggiata nella ripresa grazie ad una ritrovata verve agonistica e anche alle prodezze dei suoi top player, sfiorando il successo, che però non è arrivato. Per gli amaranto, che hanno imposto agli avversari il primo pari interno stagionale, un altro segnale positivo dopo aver cancellato lo zero dalla casella delle vittorie nella scorsa giornata. La Spadafora Games Traforo ha approfittato del “mezzo passo falso” del Futsal Polistena per portarsi a -1 dalla prima della classe in virtù del successo di Amantea.

Come preventivato Buffone e compagni si sono trovati di fronte una coriacea Amantea che ha fatto di tutto per rendergli la vita difficile, ma alla fine è maturata un’altra fondamentale vittoria per la compagine di Madeo, che si appresta ad affrontare la doppia sfida contro Bisignano (Coppa Italia) e Futsal Polistena con sempre più consapevolezza nei propri mezzi. Pari e patta tra Kroton ed Enotria Five Soccer (con il neo tecnico Lombardo sugli spalti del PalaMilone), che rimangono a contatto dai quartieri alti della classifica, di particolare rilievo la vittoria del Città di Cosenza, la prima al PalaFerraro in questo torneo, contro il Lamezia Soccer, per il quale continua il periodo no dal punto di vista dei risultati, nonostante non abbia demeritato contro i rossoblu. 5-1 il finale in favore dei ragazzi di Mendicino, che hanno disputato una partita davvero di grande spessore, con la seconda quaterna stagionale di Marco Galiano in evidenza e la zona play-off che è diventata realtà.

Gran bella gara a Mirto, dove i padroni di casa hanno ritrovato il successo dopo le ultime due sconfitte consecutive, con l’eurogol di Schiavelli che alla fine è risultato determinante per il risultato dei suoi, ora al terzo posto della classifica. Nulla da fare per il Bisignano, al quale non sono bastati una buona prova nel complesso e i gol di Ferraro (a segno per la seconda gara di fila) e Gil che, come da noi preannunciato, è tornato a disposizione di mister Barbuto.

Un punto a testa tra Maestrelli e Polistena C5, che muove le classifiche e arricchisce le serie positive di entrambe, con i padroni di casa che piazzano la seconda grande rimonta stagionale, dallo 0-3 al 3-3, dopo quella con la Sensation (decisiva la mossa del portiere di movimento). Per i ragazzi di Spanò un pari comunque da non buttare su un campo difficile come quello della Maestrelli e viste le assenze. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la già citata Sensation Profumerie, che ha  rifilato 9 gol alla Roglianese, sempre più ultima sul fondo della classifica. Il cannoniere dei gioiesi Gabriele Cremona non si è lasciato sfuggire l’occasione di rimpinguare il suo bottino personale calando il poker e salendo a quota 14 in classifica marcatori, ma ovviamente per la sua squadra sono importanti i tre punti che le infondono fiducia, entusiasmo e che la fanno respirare in classifica.

Fonte: calabriafutsal.it