ROYAL: Ceravolo, Fucile, Marrazzo, Leone, Fragola, Corrao, De Sarro, Mirafiore, Bagnato, Linza, Losurdo, Primavera. All. Ragona

AFRAGOLA: Russo, Cozzolino, Sangermano, Aresu, Vecchione, De Vita, Moraca, Di Deo, Tagliaferri, Del Fiume, Salzano, Marra. All. Nicoletta Fergiano

ARBITRI: Loddo e Turiano di Reggio Calabria. Crono: Antonella Molinaro di Lamezia Terme.

RETI: Pt 4’57” Mirafiore, 8’42” Primavera, 9’21” Losurdo, 10’55” Linza, 12’43” Vecchione (A), 14’49” Aresu (A). St 2’30” Losurdo, 10’16” e 15’07” Moraca (A).

Vittoria che vale doppio quella della Royal che, davanti a circa un migliaio di spettatori che hanno spinto la squadra alla vittoria, conduce a proprio piacimento nel primo tempo chiudendo avanti per 4-2. Ma nella parte finale del match rimette tutto in discussione, calando in intensità e rischiando di vedersi agganciare se non fosse per la solita lucidità del portiere Ceravolo e per un tiro libero dell’ottima Moraca che va a stamparsi sul palo. Mai abbassare la guardia, lo aveva detto proprio alla vigilia Ceravolo e ribadito mister Ragona a fine gara, anche perché la matricola campana, plauso dovuto, vien fuori alla distanza, anche fisicamente e mette paura alle lametine.

PRIMO TEMPO. Ritorna disponibile Mirafiore (tra le migliori) e Ragona la getta subito nelle 5 titolari con Ceravolo, Fragola, Primavera e Losurdo. E che non sarà una passeggiata ci pensa subito una traversa colpita dalle ospiti con De Vita, tiro leggermente deviato da Fragola. Risponde Losurdo di poco a lato, e ancora De Vita obbliga Ceravolo alla parata. Al 4’ Losurdo non vede libera sulla sinistra Primavera, ed il suo tiro è deviato vicino al palo da un difensore. Ma è il preludio al vantaggio: tiro di Primavera in area, rimpallo che smarca Mirafiore che di sinistro fa 1-0. Passano pochi secondi e Ceravolo inizia il suo show respingendo coi piedi un tiro di Moraca. Fase di stanca e al 9’ circa ecco il raddoppio Royal: Primavera si inventa un diagonale da quasi metà campo e Russo è sorpresa con palla all’angolino. Non passa neanche un minuto e stavolta è Losurdo che, quasi dalla stessa distanza, fa tris con tiro all’incrocio. 3-0. Royal determinata e gara in discesa. Ci provano Moraca, diagonale out e Vecchione, due volte respinge Corrao davanti a Ceravolo. E arriva il poker, lo firma Linza da vera opportunista approfittando della difesa ospite in bambola. Da qui in avanti la Royal sembra mollare la presa, e così prima Vecchione (su palla persa dalla Royal in ripartenza) e poi Aresu (che ribadisce in gol dopo aver colpito la traversa) accorciano le distanze 4-2. In mezzo anche un’altra parata di Ceravolo su Di Deo e un fendente di Losurdo allo scadere, deviato da Russo.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa Ragona schiera lo stesso quintetto iniziale. Dopo un botta e risposta Primavera-Vecchione, Losurdo fa 5-2: il bomber (5 gol in due gare) se ne va sulla destra e fa partire un diagonale che fulmina Russo. Momendo di grazia per l’attaccante della Royal che poco dopo da due passi colpisce il palo prima e poco dopo tira in bocca a Russo sempre da ottima posizione. Quindi due grandi interventi di Ceravolo e sempre du De Vita, con in mezzo un pallonetto a lato di Fragola. Esce Losurdo rimasta contuso vicino l’occhio e la Royal perde smalto. Afragola si fa sotto e segna con Moraca, dopo una prima parata di Ceravolo. 5-3. Il portiere lametino si supera poco dopo sempre su Moraca per ben due volte. Al terzo tentativo però capitola, dopo che Moraca lascia sul posto Leone. 5-4. Il pathos aumenta. La frenesia, troppa, in casa Royal pure. Primavera non tira da ottima posizione, lo fa Vecchione, ma a lato. E così una mano di Losurdo provoca il 6° fallo e Moraca batte il tiro libero. Palla sul palo e sospiro di sollievo. Ma l’adrenalina resta alta fino alla fine. Russo para su Losurdo da due passi. Ed ancora meglio fa Ceravolo per la Royal su Vecchione e Aresu. Fine. Molti tifosi lametini riprendono animo e colore.