di Gianni Tripodi – Si chiude in bellezza la stagione regolare dei neroarancio, ma i problemi societari continuano. Al PalaCalafiore, davanti ad una buona cornice di pubblico che a fine partita ha regalato un’emozionante standing ovation al team di coach Mecacci per ringraziarlo per una stagione che, comunque vada, entrerà nella storia di questa società, la Viola sconfigge la Luiss Roma (87-71) e si prepara adesso per affrontare con grandissime motivazioni i playoff. Oltre ogni aspettativa, in un campionato che non avrebbe dovuto portare a termine, la Viola tra le mille avversità incontrate e che sono tutt’ora ancora presenti (solo due stipendi su otto pagati a staff e giocatori) ha chiuso la stagione regolare, meriti suddivisi tra un gruppo di uomini straordinari, un coach che con la sua impronta si è rilevato essenziale e allo straordinario supporto concreto della tifoseria con le sue encomiabili iniziative per mantenere in vita la società neroarancio. La Viola termina così il campionato al quinto posto in classifica a quota 39 punti con 21 vittorie e 9 sconfitte con tre punti di penalizzazione, conquistando un meritassimo accesso ai playoff che inizieranno già dalla prossima settimana. Poco da dire sul match, i neroarancio sono sempre in pieno controllo del match trascinati dalle super prestazione del trio Fall (21 punti e 16 rimbalzi), Fallucca (19 punti) e Paesano (19 punti). Capitan Falluca a fine partita in conferenza stampa con tutta la squadra al seguito ha confermato che la squadra avrebbe percepito solo due stipendi, tutta la squadra è sempre stata vicina alla nuova società, alla Mood Project, ma non è facile. Ad oggi non ci sono state novità positive, ci sono dei problemi che tutti coloro che sono arrivati a Reggio, da Coppolino a Menniti hanno trovato, non si è ancora riusciti ad uscire da questa situazione, ma nonostante tutto si andrà avanti come dall’inizio della stagione con grandissimi sacrifici per onorare i playoff. La Viola affronterà Pescara al primo turno playoff, si parte la prossima settimana, gara 1 si giocherà domenica 28 in trasferta, gara due al PalaCalafiore il primo maggio alle 18.

30 Giornata Serie B Old Wild West Girone D

Mood Project Viola Reggio Calabria – Luiss Roma 87-71

Parziali: 26-13, 48-34, 70-53, 87-71

Mood Project Viola Reggio Calabria: Alessandri 6, Grgurovic ne, Fall 21, Fallucca 19, Agbogan 2, Carnovali 11, Paesano 19, Nobile, Vitale 9, Muià ne

Coach: Matteo Mecacci

Luiss Roma: Faragalli 3, Martino 6, Veccia 3, Di Francesco 6, Marcon 19, Bonaccorso 4, Di Carmine 4, Gellera 1, Navarini 5, Infante 20

Coach: Andrea Paccari

Parziale di 4-0 per la Viola con Agbogan e Fall, contro break degli ospiti con Infante e Faragalli per la parità, i ritmi di gioco sono bassi con le due squadre che non spingono in attacco, fiammata neroarancio con Paesano e Alessandri per l’11-4. Botta e risposta tra Fall e Infante sotto canestro, la tripla di Fallucca costringe gli ospiti al timeout sul 18-6. La Viola prova e trova l’allungo con Alessandri e Paesano per il +17, Roma in tilt con soli 13 punti a referto, 26-13. Secondo quarto: Ospiti arrembanti in avvio con un 6-0 firmato Di Carmine-Bonaccorso a ridurre il gap sotto la doppia cifra, -9 arriva il timeout di Mecacci. Roma arriva al -6, nel momento di maggiore difficoltà arriva la reazione dei neroarancio, le triple di Fallucca e Carnovali e la presenza sotto canestro di Fall valgono il nuovo +15. Gioco da tre punti di Marcon su ingenuità di Agbogan, 41-33, timeout Mecacci. Doppio tecnico a Bonaccorso espulso, Fallucca allo scadere dei 24” per il 48-34 e si va negli spogliatoi. Terzo quarto: Paesano dalla media, gioco da tre punti per Infante ad accorciare, tre falli a testa per Fall e Paesano, è il solo Infante a tenere a galla i suoi, 53-39. Brutta botta subita da Alessandri durante uno scontro fortuito costretto ad uscire, Paesano implacabile dalla media, le triple di Vitale e di Fallucca per il nuovo allungo del +18, timeout Paccariè, 61-43. Fall è un fattore sotto le plance osannato dal pubblico reggino, arriva il quarto fallo per Paesano a quota 19 punti, Infante contro tutti, due canestri consecutivi di Fallucca esaltano la tifoseria del 70-53. Quarto quarto: Tripla di Carnovali che vale il +20, Roma è Infante dipendente, Fall dominante sotto canestro da 20 punti, quarto fallo per Infante, Mecacci vede gli ospiti riavvicinarsi e chiama il timeout, 77-59. Quinto fallo per Paesano, tripla di Di Francesco, neroarancio in controllo del match, tripla di Vitale a 2’26” dal termine per l’82-67, Veccia dalla lunga per il -11, antisportivo a Di Carmine, la chiude Carnovali con la tripla, finisce 87-71.