di Gianni Tripodi –  Inaspettato ko per i nero arancio che interrompono così la striscia di tre vittorie consecutive ed escono sconfitti dal PalaCatania contro i padroni di casa dell’Alfa Basket (88-82), penultima in classifica. Brutta prestazione del team di coach Mecacci costretto a fare a meno di capitan Matteo Fallucca (botta alla caviglia) per gli ultimi decisivi due quarti di gioco, Catania gioca con gli occhi della tigre guidata da uno scatenato Sirakov da 22 punti. Non basta la super rimonta dell’ultimo quarto dove i nero arancio riescono a recuperare i 14 punti di svantaggio arrivando al -1 con le super giocate da sotto di Paesano (19) e le triple di uno straordinario Carnovali (23 punti con il 6/14 dalla lunga), scelte troppo affrettate nel finale complice anche la stanchezza e Catania brava a gestire gli ultimi possessi riesce con merito a conquistare il quarto successo stagionale. Avvio diesel per i nero arancio con 26 punti subiti e già 5 palle perse, sono le sole triple di capitan Fallucca (3/3) a tenere in partita la Viola che subisce la maggiore aggressività dei padroni di casa guidati dal bulgaro Sirakov (8) e dall’ex Agosta (6) per il +8. Nella seconda frazione Fallucca e Carnovali subito a martellare il canestro avversario, tantissima intensità sul parquet, Sirakov è scatenato (12 punti) e tiene avanti i suoi sul +7, i nero arancio rimangono attaccati al match con il gioco da tre punti di Paesano e i punti del solito Fallucca per la parità a quota 33. Brutta botta alla caviglia per Fallucca costretto ad uscire dal parquet e Catania accelera con Provenzani e Sirakov volando sul + 7 alla fine del primo periodo. Dal rientro dagli spogliatoi immediato parziale di 4-0 per la Viola che riduce lo svantaggio al -3 con Paesano e Carnovali, nel miglior momento dei nero arancio arriva la fiammata dei siciliani con Agosta e Sirakov che vale il +10 (massimo vantaggio). Due triple di Carnovali tengono la Viola attaccata al match, ma Catania gioca con grandissima intensità, la tripla di Sirakov del nuovo +10. Mini break di 4-0 per i neroarancio che non placano l’energia dei siciliani che allungano ancora con Gottini, 70-58. Nell’ultimo quarto la Viola tenta la rimonta, Agosta e Gottini non rallentano per il +14, arriva la reazione d’orgoglio del team di Mecacci guidati dal duo Paesano-Carnovali a firmare un parziale di 10-0, 76-72 a 5’15” dal termine. Gara bellissima, altra tripla per Carnovali del -1, in un amen Catania torna sul +6 con Provenzani e Gatti, non c’è più tempo, i nero arancio sono troppo frettolosi, finisce 88-82. La Viola non cala il poker e si ferma a quota 27 punti in classifica, prossimoturno il 24 febbraio in trasferta a Valmontone, la gara di domenica 17 contro la IUL Roma è stata spostata al 3 Marzo.

21 Giornata Serie B Old Wild West Girone D

Alfa Basket Catania – Mood Project Viola Reggio Calabria 88-82

Parziali: 26-18, 45-38, 70-58, 88-82

Mood Project Viola Reggio Calabria: Carnovali 23, Alessandri 6, Paesano 19, Fall 3, Nobile 11, Agbogan 6, Fallucca 13, Muià ne, Grgurovic ne, Vitale 1

Coach: Matteo Mecacci

Assistenti: Giuseppe Trimboli e Pasquale Motta

Alfa Basket Catania: Gatti 13, Florio 4, Sirakov 22, Consoli 4, Agosta 11, Mazzoleni ne, Patanè ne, Vita Sadi 8, Gottini 8, Provenzani 18, Elia ne, La Spina ne

Coach: Massimo Guerra