di Gianni Tripodi – Ancora nessun closing. L’ obiettivo iniziale di Alessandro Menniti, responsabile della Mood Project, era solo quello di fare da sponsor alla Viola, supportandola in questa e nella prossima stagione (progetto biennale) con un’importante investimento di oltre 300 mila euro. Accortosi però di non avere nessuna garanzia, in quanto dopo l’abbandono di Coppolino la società nero arancio è rimasta senza un punto di riferimento, la Mood ha così pensato a qualcosa di più grande, ad ampio raggio, per tutelarsi, rilevare le quote di maggioranza della Viola ancora detenute dallo stesso Coppolino.

Dopo aver ricevuto il bilancio societario, inoltrato a Menniti dal liquidatore Fusco, qualcosa non è sembrato chiaro, motivo per cui, il closing non si sarebbe ancora concluso. La Viola ha almeno due milioni di debiti e prima di rilevarla, Menniti vuole capire come pianificare il rientro di tutti questi debiti, inoltre ci sarebbero 570 mila euro di crediti che la società nero arancio non avrebbe ancora recuperato, ma non si conosce il motivo. Una documentazione ricevuta ancora incompleta e tante incognite che per il momento starebbero rallentando la chiusura dell’affare.

Solo alla chiusura del closing verranno pagati gli stipendi arretrati alla squadra, sì attendono sviluppi nei prossimi giorni, arriverà la tanto attesa fumata bianca? I tifosi vogliono e pretendono chiarezza.