di Gianni Tripodi – Occasione sprecata. Si ferma a quattro la striscia vincente dei nero arancio che crollano sotto i colpi di Palestrina (81-72), fatale l’ultimo quarto dove la Viola non riesce più a trovare la via del canestro con soli 7 punti a referto e subisce così una bruttissima battuta d’arresto. E’ già clima playoff al PalaIaia tra due squadre in lotta per i vertici della classifica, l’avvio di gara è tutto dei nero arancio guidati da un ispirato Alessadro Paesano da 9 punti con il 100% dal campo (4/4), l’antisportivo di Morici infiamma ancora di più una sfida dai ritmi altissimi con la Viola che chiude la prima frazione sul +5. I nero arancio mantengono alta l’intensità e trovano con la tripla di Carnovali il massimo vantaggio (+7), reazione dei laziali che con un break di 7-0 passano a condurre il match, Ochoa e Beretta realizzano canestri fondamentali, tre falli per capitan Fallucca, Fall lotta come un leone sotto canestro (11 punti e 6 rimbalzi), ma la Viola è costretta ad andare negli spogliatoi sotto di 3. Palestrina cerca subito l’allungo, fischiato un tecnico ad Alessandri per simulazione ed arriva la fiammata nero arancio, parziale di 5-12 che vale il controsorpasso con le triple di Agbogan e Nobile, +4. Ritmi altissimi sul parquet, i laziali con un Rossi scatenato da otto punti consecutivi (due triple) per il nuovo vantaggio, ma rimane l’equilibrio, 65-65. Secondo tecnico fischiato alla panchina dei laziali e viene espulso Ponticiello, clima teso al PalaIaia, nero arancio in tilt senza canestri dal campo, ne approfitta Palestrina che scappa via sul +6 con Ochoa e Carrizzo. Paesano rompe il digiuno, ma la Viola è ormai fuori dal match con soli 7 punti a referto, Carrizzo chiude i conti, finisce 79-72. Sconfitta che non consente ai nero arancio di muovere la classifica, si rimane a quota 21 punti, prossimo turno domenica 27 gennaio alle 18 al PalaCalafiore contro il fanalino di coda Battipaglia.

17 Giornata Serie B Old Wild West Girone D

Citysightseeing Palestrina – Mood Project Viola Reggio Calabria 81-72

Parziali: 17-22, 41-38, 65-65, 81-72

Mood Project Viola Reggio Calabria: Fallucca 14, Agbogan 5, Nobile 6, Alessandri 5, Paesano 23, Fall 12, Vitale 1, Ciccarello ne, Grgurovic ne, Carnovali 6

Coach: Matteo Mecacci

Assistenti: Giuseppe Trimboli e Pasquale Motta

Citysightseeing Palestrina: Beretta 11, Rischia 9, Rossi 26, Carrizzo 13, Morici 3, Pochini ne, Moretti ne, Cecconi ne, Ochoa 11, Mattei ne, Fiorucci 8

Coach: Francesco Ponticiello

Bel duello sotto canestro tra Ochoa e Fall davanti ad una buona cornice di pubblico, i cinque punti consecutivi di Alessandro Paesano prima con la tripla e poi con l’appoggio facile dopo il passaggio di Alessandri portano i nero arancio sul +5, anche Agbogan a referto e Ponticiello chiama il timeout sul 5-9. I padroni si casa si rifanno sotto con la tripla di Morici e i liberi di Beretta (1/2) del -2, un super Paesano da 9 punti con il 100% dal campo (4/4) tiene i suoi sul +5, 10-15, antisportivo fischiato a Morici e la gara si infiamma. Break di 5-0 per Palestrina con le giocate di Beretta, primi punti per Carnovali appena entrato sul parquet, i nero arancio chiudono la prima frazione con il canestro di Fall, 17-22. Secondo quarto: Botta e risposta tra Carrizzo e Fallucca, massimo vantaggio Viola (+7) con la tripla di Carnovali, ingenuità di Agbogan su Rischia che centra così il gioco da tre punti, laziali in ritmo, Rossi a segno per il -1, serve il timeout di Mecacci. Vantaggio dei padroni di casa con Ochoa, nero arancio a segno solo dalla lunetta con Nobile e Paesano, terzo fallo per Fallucca, brutta tegola per Mecacci, 36-35. Palla a sotto a Fall per far rialzare la Viola, Beretta per la parità a quota 38, sul finale Palestrina passa in vantaggio con Carrizzo, 41-38. Terzo quarto: Padroni di casa che provano l’allungo con Fiorucci (+5), serve la tripla di Agbogan a tenere a contatto le due squadre, tecnico ad Alessandri per simulazione, la bomba di Nobile vale la parità, 44-44. Non c’è sosta, ritmi altissimi, prima Fallucca e poi Paesano portano la Viola sul +4, parziale di 5-12 ,timeout Ponticiello. Ochoa subito a segno, ma i nero arancio rimangono avanti sul 50-53. Tecnico alla panchina dei laziali, tripla di Carrizzo per la parità e Paesano a colpire da sotto, la Viola perde la testa, uno scatenato Rossi da otto punti consecutivi per il sorpasso, +1. Tripla essenziale di capitan Fallucca, gara bellissima, errore di Carnovali e Fiorucci realizza facile, 65-65. Quarto quarto: Beretta a segno, secondo tecnico alla panchina laziale ed espulso Ponticiello, Carnovali sbaglia troppo e Rossi realizza il +2. Clima teso al PalaIaia, serve il timeout di Mecacci per scuotere i suoi, Palestrina ne approfitta e va sul +6 con Ochoa e Carrizzo. Sblocca Paesano da sotto, botta e risposta dalla lunga tra Rossi e Fallucca per il 76-72, Viola in tilt, Carrizzo chiude i conti, finisce 79-72.