Alla vigilia della trasferta di Roma, il coach Matteo Mecacci ha presentato la difficile trasferta in casa della IUL Tiber soffermandosi soprattutto sulle vicende extracestistiche che riguardano l’ambiente neroarancio.

“Fisicamente stiamo abbastanza bene, abbiamo gestito qualche acciacco nel migliore dei modi e quindi potremo scendere in campo al completo. Dal punto di vista mentale, bisogna essere onesti, siamo allo stremo delle energie. Purché ci sia stato un passaggio importante dopo l’avvicendamento dell’Amministratore Unico, l’appello del Sindaco ed il pagamento dei NAS, segnale quest’ultimo che ha ridestato l’anima della squadra, la situazione non è semplice. I ragazzi hanno la necessità di percepire lo stipendio sennò la situazione diventa difficile. Non è bello da dire ma la realtà è questa. Speriamo che in settimana ci sia una sterzata in questa  direzione grazie al buon senso di tutti. Queste cose sul campo incidono”.

Un primato da confermare ma l’avversario non sarà sicuramente agevole da superare

“Assolutamente no. Loro hanno perso due volte in casa ma contro Matera dopo due supplementari e contro Napoli senza Ricciardi. La IUL ha però contestualmente già vinto due volte fuori  casa e sicuramente dopo aver perso in maniera netta a Palestrina contro una squadra più forte avrà voglia di riscatto.Ha un quintetto strutturato composto da  gente di categoria anche superiore, hanno soluzioni importanti dalla panchina, talento e fisicità. Un avversario che,  specialmente in casa loro è da rispettare”.

In settimana si sono susseguite diverse iniziative che hanno coinvolto tutti, dalle Istituzioni ai tifosi.

A loro va un ringraziamento, un abbraccio ed una promessa di cui mi faccio promotore. Finché noi avremo le forze non molleremo mai un centimetro e faremo il possibile per onorare al meglio la maglia e dare l’opportunità di finire questa stagione. Lo facciamo non solo per l’aspetto egoisticamente legato al nostro lavoro ma perché voi siete speciali. Se questa situazione avrà un esito positivo sarà anche grazie a voi”.