Quando si pensa agli anni d’oro della Viola si pensa a Volkov, a Campanaro, a Garrett. Si omette però che gli anni dorati della storia neroarancio hanno riguardato diverse fasi.

Tra queste c’è quella segnata da una macchina da canestri implacabile che risponde al nome di John J. Eubanks.

All’alba dei suoi cinquant’anni (li compirà il prossimo 13 novembre), è tornato in una città in cui ha ricevuto e dato tanto.
Sullo Stretto ci ha giocato nel 2001-2002, nel 2002-2003 e nel 2003-2004.

Non ha incrociato Ginobili, ma Delfino: altro argentino passato da Reggio e dalla Nba.

Fa effetto che un giocatore così amato arrivi al Pianeta Viola in un periodo in cui, per l’ennesima volta, la Reggio Calabria neroarancio lotta per la vita.