di Gianni Tripodi – “Viola Viola” è il coro incessante al fischio finale. Nonostante tutto. Non era affatto semplice gestire lo stato emotivo senza farsi condizionare dalla situazione critica che si sta vivendo, ma il team di coach Mecacci è riuscito, con grande professionalità, a trasformare le energie nervose in una carica estremamente positiva. Al PalaCalafiore davanti al proprio pubblico, nel recupero della quarta giornata di campionato, i nero arancio sconfiggono Pozzuoli (76-56) conquistando così la quarta vittoria consecutiva. Un successo che fa tanto morale e consente alla Viola di salire a quota 8 punti e rimanere ai vertici della classifica del campionato di serie B. Massimo impegno da parte del roster nero arancio che, ancora una volta, ha onorato la maglia ed è uscita tra gli applausi scroscianti del pubblico E adesso? La palla passa adesso alla società, presente sugli spalti anche il sindaco Giuseppe Falcomatà, si rimane in trepidante attesa di conoscere gli sviluppi di una situazione estremamente preoccupante che sembrerebbe non avere più vie d’uscita. Prossimo turno, ancora al PalaCalafiore, domenica 4 novembre alle 18 contro Catania.

Recupero 4° Giornata Serie B Old Wild West Girone D

Viola Reggio Calabria – Bava Virtus Pozzuoli 76-56

Parziali: 22-17, 37-33, 56-49, 76-56

Viola Reggio Calabria: Ciccarello, Alessandri 10, Grgurovic, Fall 9, Fallucca 17, Agbogan 7, Carnovali, Mastroianni 10, Paesano 13, Nobile 10, Vitale,

Coach: Matteo Mecacci

Assistenti: Giuseppe Trimboli e Pasquale Motta

Bava Virtus Pozzuoli: Conforto, Di Domenico ne, Carrichiello 12, Longobardi 3, Di Marco 7, Caresta ne, Errico 7, Bini 13, Mehmedoviq 2, Strahinja, Tessitore 12, Ajay ne

Coach: Mauro Serpico

Ritmi bassi in avvio, Carrichiello risponde al canestro iniziale di Fall, sfida dalla lunga distanza tra Fallucca e Tessitore, la gara è in grande equilibrio, 7-7. Pozzuoli si affida alle triple di Tessitore mentre la Viola è guidata da Alessandri, Nobile dalla lunga per il sorpasso, arriva il secondo fallo per Tessitore. La Viola vuole e trova l’allungo con Fall e la tripla di Fallucca che costringono Serpico al timeout, 19-12. Gli ospiti si avvicinano con Carrichiello sul finire, 22-17. Secondo quarto: I nero arancio rimangono avanti con Paesano, Pozzuoli rimane attaccata al match e con i due canestri consecutivi di Bini arriva a -1, terzo fallo di Tessitore, servono la tripla di Mastroianni e il canestro di Alessandri a ridare slancio ai compagni, 37-33 e si va negli spogliatoi. Terzo quarto: Tripla di Fallucca e piazzato dalla media di Paesano, i nero arancio partono forte, due canestri consecutivi di Errico a ridurre il gap, 42-37. Quarto fallo di Tessitore, Fall e Nobile a colpire, fiammata di Pozzuoli che rientra prepotentemente in partita con le due triple di Carrichiello ed Errico, timeout Mecacci sul 46-45. La schiacciata di Mastroianni e la tripla di Nobile esaltano il Pala Calafiore, la gara sale d’intensità, gli ospiti sbagliano troppo con Tessitore che gira a vuoto, Agbogan allo scadere per l’allungo del 56-49. Quarto quarto: Fallucca risponde alla tripla di Errico, la Viola vuole correre e colpisce con Paesano portandosi sul +9, timeout Serpico. Eroico Fallucca con la tripla del +12, applausi scroscianti del pubblico sugli spalti, Paesano dalla media per il +15, 67-52. I nero arancio dilagano con le triple di Mastroianni e Fallucca, +23, si alza il coro incessante: “Viola Viola”. La gara si avvia alla conclusione con coach Mecacci che ruota tutti i suoi uomini, finisce 76-56.