Viola Reggio Calabria informa che a seguito della mancata autorizzazione all’utilizzo del PalaCalafiore – effetto di un debito pregresso di circa euro 120.000 inerente a canoni ed utenze impagate dagli anni 2012 al 2018, sconosciuto sotto tutte le forme all’attuale Società sino alla notifica del Comune di Reggio Calabria del 19 settembre scorso – è stato richiesto a FIP ed LNP il rinvio della gara interna prevista mercoledì 24 con Pozzuoli. Contestualmente, si condivide che l’attuale rappresentante legale della Viola, giovedì 18 ottobre è stato citato in giudizio in merito ad un presunto debito di euro 700.000 inerente canoni ed utenze impagate per l’utilizzo del Pianeta Modena dagli anni 2014 al 2018, sospeso anch’esso sconosciuto sotto tutte le forme all’attuale Società sino ad un incontro con la Città Metropolitana del 28 settembre scorso.

Di seguito dichiarazione del rappresentante legale ed amministratore unico Aurelio Coppolino.

<<Incredulità e dispiacere. Questo è quello che provo dopo quanto abbiamo dovuto registrare negli ultimi giorni. Il progetto presentato e condiviso con i vertici Istituzionali e Sportivi locali il 23 e 30 di luglio ed il 3 di agosto nella conferenza stampa congiunta presso la Casa Comunale di Reggio Calabria è oggi a forte rischio. Mai in questi incontri – e nemmeno in quelli con la vecchia gestione tra fine giugno ed inizio luglio in sede di analisi documentale propedeutica al rilievo delle quote societarie – è emersa alcuna problematica o sospeso inerente PalaCalafiore e Pianeta Modena. In queste ore esporrò alle autorità competenti il punto di vista dell’attuale Viola, nella certezza di potere rappresentare le ragioni di chi è a Reggio Calabria da solo due mesi.

A staff tecnico e giocatori rivolgo un sentimento di stima e ringraziamento per avere sinora garantito e dimostrato – anche nelle bella vittoria di ieri – professionalità ed attaccamento alla maglia nonostante siano stati informati della situazione in un incontro avvenuto mercoledì scorso.

A loro ed ai nostri tifosi, che debbono subire l’ennesimo affronto, dico di avere rivolto in queste ore nuova e formale richiesta – che ribadisco pubblicamente con queste poche righe – ai vertici Istituzionali ed alla passata gestione per un celere incontro finalizzato a trovare concrete soluzioni che possano garantire la continuità societaria e sportiva della Viola.>>

La Società informa di entrare in silenzio stampa e che un nuovo comunicato sarà emesso nelle prossime ore. Nell’attesa di sviluppi entro e non oltre la settimana, la squadra continuerà ad allenarsi.