di Gianni Tripodi – Tutta la squadra che sale in curva a fine gara, le lacrime di capitan Fabi, l’abbraccio di Calvani a Baldassarre, scene indelebili che non si cancelleranno mai dalla mente. Tra gli applausi scroscianti del pubblico del Pala Calafiore e non poteva essere altrimenti, si chiude lo straordinario campionato del team di coach Marco Calvani che sconfigge Napoli (92-76) in una partita dal risultato irrilevante. La Viola chiude la stagione 2017/2018 con 2 punti in classifica e non 36, dopo aver conquistato 18 vittorie e subito solo 12 sconfitte, è pesata come un macigno la pesante penalizzazione di 34 punti dovuta alla vicenda fideiussione che ha di fatto tarpato le ali ad una squadra pronta per disputare i playoff e ad una città che stava già iniziando a sognare. Otto mesi di lavoro che però non si cancellano, nonostante tutto. Ecco perché la tifoseria presente ha voluto rendere onore ad un gruppo che, dopo il grandissimo lavoro svolto con enormi sacrifici, avrebbe sicuramente meritato molto di più. La Viola più bella degli ultimi dieci anni conclude così la stagione con un’amara retrocessione in serie B, si attende adesso con trepidazione l’esito del terzo grado di giudizio dell’Alta Corte di Giustizia del Coni che arriverà nel mese di maggio, per capire quale futuro attende la società nero arancio, ricordano sempre che, “Qui non si muore mai”.

30° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest

MetExtra Viola Reggio Calabria – Cuore Napoli Basket 92-76

Parziali: 23-19, 44-38, 66-53, 92-76

Arbitri: Michele Centonza di Grottammare, Corrado Trifiletti di Messina e Alberto Perocco di Ponzano Veneto

MetExtra Viola Reggio Calabria: Pacher ne, Taflaj 9, Scialabba, Caroti 6, Fabi 9, Baldassarre 17,                Rossato 9, Carnovali 11, Agbogan 2, Benvenuti 16, Bianchi 2, Roberts 11

Coach: Marco Calvani

Cuore Napoli Basket: Malfettone, Crescenzi, Mastroianni 9, Zollo 2, Mascolo 2, Ronconi 2, Puoti, Gallo, Thomas 9, Turner 31, Bordi

Coach: Maurizio Bartocci

 Le due triple di Roberts e Fabi ad aprire il match, ritmi bassi, con le due squadre che attaccano con continuità il canestro, Mascolo e Turner ad accorciare, 9-8. Benvenuti risponde a Turner per la parità a quota 14, tante rotazioni per Calvani, Napoli passa a condurre il match con il solito Turner di una sola lunghezza, dura poco Taflaj riporta avanti i suoi, 23-19. Secondo quarto: La Viola allunga con le triple di Roberts e Fabi, il canestro di Baldassarre vale il +10, timeout Napoli sul 33-23. Fabi per il +12, nel momento migliore dei nero arancio gli ospiti accorciano le distanze con Mascolo e la tripla del -4, timeout Calvani, 37-33. Carnovali e Caroti ridanno slancio alla Viola e si va negli spogliatoi sul 44-38. Terzo quarto: Benvenuti a colpire sotto canestro grazie agli assist di Caroti, i ritmi si abbassano e anche l’intensità difensiva, il gioco da tre punti di Baldassarre vale il +9, la Viola non rallenta e vola sul ++13 con Rossato e Caroti, 66-53. Quarto quarto: Benvenuti a colpire da sotto, Agbogan allo scadere dei 24”, ancora Benvenuti, dominio Viola, 74-60, timeout Napoli. Benvenuti scatenato (16 punti), tripla di Carnovali del +14, Turner contro tutti -7 Napoli. I nero arancio chiudono i conti, spazio per Scialabba e Bianchi, finisce 92-76