di Gianni Tripodi – Il cuore Viola non smette di battere! “Il nostro lavoro va tutelato, non penalizzato” è questo lo striscione esibito dal team nero arancio prima del match al Pala Moncada di Agrigento, una protesta simbolica per la pesante penalizzazione di 34 punti inflitta dal Tribunale Federale in merito alla vicenda fideiussione. Contro la Moncada, è sul parquet che i nero arancio dimostrano per l’ennesima volta in questo campionato, di meritare di essere tra le prime della classe. Il team di coach Calvani senza Pacher infortunato, riesce con la forza dell’orgoglio a sconfiggere il team siciliano (86-88) al fotofinish, regalandosi e regalando ai propri tifosi un successo che fa tanto morale. Tanti, tantissimi tifosi al seguito della squadra per la trasferta in terra siciliana nonostante il momento di grande difficoltà che la società nero arancio sta vivendo. Grande protagonista del match Patrick Baldassarre da 21 punti, ma sono ben sei gli uomini in doppia cifra per i nero arancio, con questa vittoria la Viola “sale” a quota zero punti in classifica. Prossimo turno giovedì 19 alle ore 21, nel recupero della ventisettesima giornata di campionato, in trasferta a Treviglio.
29° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest
Moncada Agrigento – MetExtra Viola Reggio Calabria 86-88
Parziali: 26-18, 43-41, 60-59, 86-88
Moncada Agrigento: Evangelisti 8, Cannon 8, Ambrosin 13, Williams 22, Pepe 20. Zugno 4, Lovisotto, Savoca ne, Cuffaro ne, Zilli 9, Guariglia 2
Coach: Franco Ciani
MetExtra Viola Reggio Calabria: Caroti 10, Baldassarre 21, Rossato 14, Roberts 14, Fabi 11, Carnovali 4, Benvenuti 12, Agbogan 2, Taflaj, Pacher ne
Coach: Marco Calvani

Avvio da incubo per i nero arancio, dopo il primo canestro di Baldassarre è solo Agrigento. Le triple di Evangelisti e Ambrosin portano i padroni di casa sul +10 dopo i primi 6 di gioco. 1/5 dal campo per la Viola che sembra non essere in partita, sono le triple di Caroti (2/2) e i canestri di Rossato dalla panchina a ridare fiato ai nero arancio, uno scatenato Evangelisti per il 26-18. Secondo quarto: Cinque punti consecutivi di Williams ridanno slancio ai siciliani che sembrano avere in mano il pallino del match, Agrigento domina a rimbalzo (13 a 7), 35-26. Fiammata Viola con Baldassarre (10 punti) che carica i compagni riportandoli sul -2 merito anche di una difesa che inizia a salire dintensità, si va negli spogliatoi sul 43-41. Terzo quarto: Dal rientro sul parquet i nero arancio provano a rifarsi sotto, i siciliani soffrono il maggiore dinamismo degli uomini di coach Calvani che, con il solito Baldassarre e Roberts passano avanti nel match, 47-49. Lallungo arriva con Carnovali per il +4, Agrigento rimane però attaccata con i canestri di Ambrosin e Pepe, 51-53. Williams fornisce assist per Zilli che ringrazia, il lungo siciliano riporta i suoi in avanti in una gara di grande equilibrio, 60-59. Quarto quarto: Botta e risposta dalla lunga tra Pepe e Fabi per la parità a quota a 66, è Williams a mandare avanti Agrigento con le due squadre che non mollano la presa, 74-70. Con Calvani che carica i suoi dalla panchina i liberi di Baldassarre e Rossato valgono il -1 a 329 dal termine, triple pazzesche per capitan Fabi e Chris Roberts che valgono il sorpasso, Viola sul +5 con la forza dellorgoglio, 76-81. Wiliams è lultimo ad arrendersi e infila la tripla del -2, Fabi dalla lunetta (2/2) per il +5, Pepe con la bomba dell82 a 84 a 24 dal termine, non basta, Fabi e Roberts chiudono i conti, finisce 86-88.