di Gianni Tripodi – Occasione sprecata, può succedere, ma si guarda avanti. Grande amarezza in casa Viola dopo la sconfitta subita domenica scorsa al supplementare contro Latina tra le mura amiche che l’ha così costretta ad interrompere una striscia di quattro vittorie consecutive. Il quinto successo avrebbe potuto portare i nero arancio a ben sei punti di distacco dalla nona posizione a sole cinque giornate dal termine del campionato per una lotta playoff che sarebbe stata decisamente in discesa. Dal ko contro Latina rimane però qualcosa di positivo, quegli applausi dei 4500 del Pala Calafiore, tutti in piedi per rendere onore, nonostante tutto, ad un gruppo che non si è mai tirato indietro ed ha sempre lottato nonostante gli errori commessi, un riconoscimento, per gli straordinari risultati raggiunti fino ad oggi, con un sesto posto impensabile ad inizio campionato. Il team di coach Calvani cerca adesso il pronto riscatto e si prepara ad affrontare un finale di stagione che lo dovrà vedere come grande protagonista, a partire dall’impegnativo doppio turno esterno con Siena e Treviglio, per continuare a cullare il sogno playoff.

Entro fine settimana la decisione della Procura Federale? Dopo i colloqui con il presidente Raffaele Monastero e il direttore generale Gaetano Condello lunedì è stato il turno del patron Giancesare Muscolino, la società nero arancio si è resa subito disponibile a presentare ulteriori documentazioni per verificare la regolarità della fidejussione dell’iscrizione al campionato 2017/2018 messa in dubbio nelle scorse settimane. Terminati i colloqui, la palla passa adesso alla Procura che dovrà decidere se deferire la Viola come club al Tribunale Federale, con successiva data della decisione di primo grado con possibili ricorsi in Corte d’Appello nel secondo grado FIP e all’Alta Corte del CONI oppure sanzionare i tesserati per responsabilità individuali. Se la Viola dovesse poi difendersi davanti a tribunali sportivi, la FIP fisserà i 3 gradi di giudizio in un tempo massimo di 25 giorni per non andare oltre alla data del termine della stagione regolare (22 aprile). La società rimane in attesa degli sviluppi con grande ottimismo.