di Gianni Tripodi – E’ bastato davvero poco ai nero arancio per riprendersi dalla due brutte sconfitte consecutive subite contro Rieti e Cagliari. Nel momento di maggiore difficoltà Fabi e compagni sono riusciti a rialzarsi nel migliore dei modi, facendo gruppo e mostrando carattere, centrando due successi importantissimi, quello esterno di Scafati e l’ultimo, quello tra le mura amiche contro una big come Legnano. La Viola ha così finalmente ritrovato quella fiducia smarrita per sole due settimane, la vittoria di domenica scorsa ha ridato consapevolezza dei propri mezzi a un roster che sta dimostrando sul parquet di meritare qualcosa in più oltre all’obiettivo dichiarato della salvezza. Lo dicono i numeri, che non mentono mai, il rullino di marcia del girone di ritorno vede il team di coach Calvani con un bilancio di sette successi in nove incontri disputati, numeri da primi della classe, sesto posto in classifica a quota 24 punti a pari merito con Trapani in piena zona playoff e quinta miglior difesa del girone (75.3). Mancano solo otto giornate al termine del campionato e sognare un approdo alla post season, arrivati a questo punto, non costa nulla, quattro gare in casa e quattro in trasferta per i nero arancio che, se continueranno su questa strada, potranno davvero togliersi molte soddisfazioni. Adesso si giocherà sabato a Roma alle 17 contro l’Eurobasket nell’anticipo della ventitreesima giornata di campionato, dopodiché ci sarà la pausa per le Final Eight di Coppa Italia per poi riprendere con un tour de force che sarà decisivo, le due gare interne consecutive contro Biella e Latina e le due gare in trasferta contro Siena e Treviglio. Campionato finora esaltante per il team di coach Calvani che non può più permettersi momenti di sbandamento, serve la massima concentrazione da qui alla fine, i playoff non sono un miraggio.