di Gianni Tripodi – Per continuare a stupire. E’ forse il miglior momento della stagione per la Viola che ha una striscia positiva di tre vittorie consecutive e che domani pomeriggio, alle 18, al Pala Tiziano contro la Virtus, avrà la ghiotta possibilità di conquistare il quarto successo che gli consentirebbe di avvicinarsi sempre di più alla zona playoff. Fuori casa si sa, la posta in palio vale sempre il doppio, i nero arancio hanno finora ottenuto una sola vittoria fuori dalle mura amiche in questa stagione, arrivata nell’ultima giornata del girone di andata contro Napoli ed hanno un record negativo di 1-7, ottenere dunque i due punti domani nella Capitale sarebbe di fondamentale importanza. Dopo l’infortunio di Chris Roberts (16.2 punti, 4 rimbalzi e 3 assist), tutti si sono responsabilizzati per cercare di sopperire alla sua assenza, contro Tortona è andata benissimo, il gruppo ha reagito vincendo e convincendo sui due lati del parquet, ma dovrà continuare a farlo fino al suo ritorno, previsto per la gara contro Casale Monferrato della prossima settimana. Nella gara d’’andata, davanti a 3000 spettatori nell’esordio al Pala Calafiore, la Viola, orfana di capitan Fabi, riuscì a battere i capitolini solo al fotofinish (84-83) guidata dalla super prestazione di Aj Pacher (31 punti con il 69% dal campo). L’avversario – Penultimo posto in classifica per la Virtus che a novembre ha esonerato Fabio Corbani dopo un bilancio di sole due vittorie in otto incontri disputati, al suo posto il coach livornese Luca Bechi con il quale i capitolini hanno ottenuto tre vittorie, tutte casalinghe (Treviglio, Eurobasket e Latina) e cinque sconfitte. Da tenere d’occhio il duo statunitense composto dall’eclettico classe 1991 Aaron Thomas, 20.5 punti a partita e il lungo classe 1987 Lee Roberts (20.7 punti e 9.1 rimbalzi). Per sopperire alle assenze ormai prolungate di Gabriele Benetti e di Francesco De Nicolao, è arrivato durante la vacanze natalizie il nuovo acquisto Demian Filloy, argentino classe 1982, lo scorso anno alla Pallacanestro Trapani. Completano il roster il play Massimo Chessa (8), le due guardie Giuliano Maresca (7.1) e Tommaso Baldasso (8.3) e il lungo Landi (11.7). La Viola arriva a questa sfida dopo aver affrontato in settimana in amichevole la Vis, un ottimo test con Baldassarre, Benvenuti e il neo arrivato Carnovali in grande spolvero, solo pochissimi minuti sul parquet per Pacher a causa di una botta subito durante uno scontro di gioco fortuito, ma ormai pienamente recuperato. Coach Calvani torna nella “sua” Roma per fare il colpaccio, si affiderà ad uno straordinario gruppo di giocatori per espugnare il Pala Tiziano, si cerca il poker, palla alle due domani alle 18.