di Gianni Tripodi – La cinquina non arriva. Arriva invece la prima sconfitta casalinga per i nero arancio che cadono sotto i colpi della Soundreef Siena (70-75) al termine di un match che ha visto gli ospiti sempre avanti nel punteggio. La Viola non esprime un buon gioco ed è costretta a rincorrere dopo essere stata sotto anche di undici lunghezze, riuscendo ad arrivare sul -2 a 1’45” dal termine, la poca lucidità nel finale costa carissimo, troppe le conclusioni affrettate nel cercare di recuperare, con le due triple di Saccaggi Siena fa calare il sipario al Pala Calafiore. Arriva così la seconda sconfitta consecutiva dopo quella subita a Latina per il team di coach Calvani che non riesce a rialzarsi ed è costretto a rimanere fermo a quota 8 punti in classifica dopo undici giornate di campionato. Non basta un ritrovato Chris Roberts da 22 punti con il 50% dal campo, Siena è bravissima a limitare sotto canestro Aj Pacher che chiude il 2/10 dal campo e soli 6 punti realizzati. Prossimo turno domenica 17 dicembre ancora al Pala Calafiore contro Treviglio.

11° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest

MetExtra Viola Reggio Calabria – Soundreef Siena 70-75

Parziali: 14-21, 32-39, 55-60, 70-75

Arbitri: Enrico Sabetta di Termoli, Michele Centonza di Grottammare e Marco Barbiero di Milano

MetExtra Viola Reggio Calabria: Pacher 6, Passera 2, Scialabba ne, Caroti 9, Fabi 2, Baldassarre 10, Rossato 7, Agbogan ne, Benvenuti 12, Roberts 22

Coach: Marco Calvani

Soundreef Siena: Ebanks 8, Casella 2, Cepic ne, Borsato, Vildera 5, Simonovic 17, Sandri 19, Saccaggi 6, Ceccarelli ne, Lestini, Lurini ne, Turner 18

Coach: Matteo Mecacci

Minuto di silenzio per ricordare Pierfrancesco Betti, storico dirigente sportivo e general manager della Viola nella stagione 1998/1999. Siena parte forte con un 4-0 iniziale firmato Ebanks e Simonovic, i nero arancio soffrono a rimbalzo, ma la reazione non si fa attendere con Passera (2/2) e la tripla di Roberts per il sorpasso, 5-4 dopo 4’ di gioco. Turner risponde alla tripla di Roberts, gli ospiti iniziano a mettere le marce alte sui due lati del parquet e sono dolori (+11), la Viola perde troppi palloni (6) ed è il solo Roberts a tenere a galla i suoi, 14-21. Secondo quarto: Caroti e Roberts ad accorciare le distanze per il -3, pesa come un macigno il terzo fallo di Benvenuti, antisportivo fischiato a Lestini su Baldassarre, Siena non accenna a rallentare e allunga sul +6 con Turner, Viola in grande difficoltà, la tripla di Caroti ridà ossigeno ai suoi riportandoli sul -2. Simonovic è inarrestabile sotto canestro (12 punti con l’83% dal campo), con Pacher fuori dal match (0/5) è uno scatenato Roberts (15 punti) a realizzare il canestro del -1, 29-30. Ebanks si fa male ed è costretto ad uscire, ma gli ospiti allungano ancora con Simonovic e Turner (+8), si va all’intervallo sul 32-39. Terzo quarto: Caroti e Baldassarre a ridurre lo svantaggio (-4), in un amen Siena torna sul +7 con i canestri di Turner, arriva anche il terzo fallo per Pacher, Viola in confusione e i toscani allungano sul -11, timeout immediato per Calvani. La strigliata del coach serve a caricare la squadra, Baldassare e Pacher attaccano il canestro con continuità, -1, nel miglior momento Siena colpisce con Sandri e Vildera e torna a condurre il match di cinque lunghezze, 55-60. Quarto quarto: I quatto punti di Benvenuti provano a dare slancio ai nero arancio che subiscono le due triple di Saccaggi del +9, timeout Calvani. Difesa aggressiva della Viola nel tentativo di recuperare, Rossato e Benvenuti (-5), rientra Roberts, la tripla di Rossato ad esaltare il Pala Calafiore, 68-70 a 1’45” dal termine. I nero arancio non riescono a trovare il canestro della parità, troppi errori al tiro sui possessi decisivi, Siena allunga sul +3, il fallo sistematico non basta, finisce 70-75.