di Gianni Tripodi – La voglia non basta. Quarta sconfitta su altrettante gare disputate in trasferta per i nero arancio che non riescono a vincere al di fuori delle mura amiche. La Viola cade al PalaBorsani di Castellanza al cospetto di Legnano (86-73), la seconda forza del torneo, al termine di un match con alti e bassi, nonostante il solito impegno messo sul parquet da Fabi e compagni nemmeno quest’oggi viene sfatato il tabù trasferta. Non bastano i 26 punti e 11 rimbalzi di Aj Pacher (9/14 dal campo) e i 20 di Chris Roberts (6/12 dalla lunga). Coach Calvani schiera in quintetto il ritrovato Patrick Baldassarre al posto di Benvenuti, l’avvio dei nero arancio è scoppiettante, difesa sin da subito protagonista con Legnano tenuto all’1/5 dal campo e due palle perse, parziale letale in attacco di 2-12 firmato dal duo Roberts (due triple) Pacher, timeout immediato per i padroni di casa. Legnano prova a ridurre il gap con i primi punti di Raivio e Mosley, ma la Viola rimane avanti con cinque punti di capitan Fabi, 9-17. Con il passare dei minuti i lombardi riescono ad avvicinarsi con i canestri dalla panchina di Martini (4 punti) e la tripla allo scadere di Tomasini, 21-23. Secondo quarto: Arriva il sorpasso dei padroni di casa con Raivio e Maiocco, quarta palla persa per i nero arancio che faticano ad infilare la retina con continuità, la gara rimane in equilibrio sul 36-33 con Legnano ancora avanti nel match. Le Viola rimane però attaccata al match e va allintervallo sotto di una sola lunghezza, 39-38. Terzo quarto: Sale in cattedra Chris Roberts che con tre triple consecutive risponde colpo su colpo alle giocate di Zanelli e Martini, Legnano inizia a prendere fiducia e non solo, si abbassano le percentuali al tiro di Fabi e compagni (32.7% dal campo) la schiacciata perentoria di Mosley porta i suoi sul +10 (57-47), la tripla di Pacher serve a ridurre lo svantaggio sotto la doppia cifra. Quarto quarto: Con Rossato fuori per il cinque falli Viola a rincorrere nel cercare di recuperare lo svantaggio, sono gli americani Roberts (20) e Pacher (20) a provare a caricarsi la squadra sulle spalle, Mosley stoppa Caroti, Legnano è lanciata e mantiene il vantaggio, 76-67 a 131 dal termine. Un generosissimo Pacher è l’ultimo a mollare la presa, Zanelli chiude i conti dalla lunetta (2/2), finisce 86-73. Non c’è tempo per riposarsi, mercoledì si torna subito sul parquet, seconda trasferta consecutiva a Biella nell’anticipo della nona giornata di campionato.

7° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest
Legnano Basket Knights – MetExtra Viola Reggio Calabria 86-73
Parziali: 21-23, 39-38, 57-50, 86-73
Arbitri: Alessio Dionisi di Fabriano, Luca Bonfante di Lonigo e Francesco Meneghini di Verona
Legnano Basket Knights: Martini 20, Roveda, Gazineo 2, Pullazi 5, Berra, Maiocco 6, Raivio 17, Tomasini 7, Mosley 14, Tosi, Zanelli 10, Toscano 5
Coach: Marco Ferrari
MetExtra Viola Reggio Calabria: Agbogan, Roberts 20, Passera 1, PAcher 26, Fabi 13, Taflaj, Rossato 4, Baldassarre 3, Caroti 6, Benvenuti, Marino ne
Coach: Marco Calvani