Ci hanno creduto fino alla fine i ragazzi di coach Calvani e alla fine, con tanta caparbietà e un pizzico di fortuna la Viola ha portato a casa la sfida del Palacalafiore contro la Virtus Roma, pur avendo condotto la gara solo per 1 munto e 42 secondi su 40, ma sulla sirena finale avanti c’erano proprio i giovanotti della Viola

Una assenza pesante a testa (Fabi e De Nicolao) ha caratterizzato un match comandato per larghissimi tratti dagli ospiti che, soprattutto nel terzo quarto (dopo essere andati al riposo sul 41-41), hanno letteralmente dilagato mettendo a segno 29 punti e allungando al massimo vantaggio (+13).

La Viola ha pagato dazio pesante per l’assenza di Fabi che ha tolto punti di riferimento alle manovre di attacco e per la condizione precaria di Baldassarre (che, però, ha dato una carica di energia costante).

Alla lunga, però la voglia di non mollare, una difesa sempre attenta e lo strapotere ai rimbalzi (39 vs 25) ha mantenuto i neroarancio in partita, anche se a tre minuti dalla sirena, con Roma avanti di dieci lunghezze, i giochi sembravano fatti.

La inesorabile rimonta della Viola si è conclusa a 3 secondo e 9 decimi dalla sirena con il 2/2 ai liberi di un monumentale Pacher (31 punti, 15 rimbalzi, 9/13 da due, 2/3 da tre, 7/8 ai liberi, 8 falli subiti) che ha consentito ai suoi di rimettere il muso avanti dopo parecchio tempo e vincere la gara.

Viola Met Extra Reggio Calabria – Virtus Roma 84-83 (20-19; 41-41; 57-70)

Viola: PACHER 31 (9/13, 2/3, 15 R); PASSERA 6 (1/2, 0/2); TAFLAJ 7 (2/2, 1/2); CAROTI 10(3/5, 1/4); BALDASSARRE 2(1/7, 0/1); ROSSATO 6 (1/2, 1/7); BENVENUTI 4 (2/2); ROBERTS 18 (4/7, 2/7)

ALLENATORE; CALVANI

Virtus: BENETTI 6 (2/3, 0/2); BASILE 3(1/2, 0/1); MARESCA 12(1/2, 2/3); CHESSA 13 (0/0, 3/7); BALDASSO 10(3/3, 1/2); LANDI 12(2/3, 2/7, 7 R); ROBERTS 16(6/8, 1/2); THOMAS 11 (4/6, 0/2)

ALLENATORE: CORBANI

ARBITRi: PATERNICO’, FERRETTI, PUCCINI