di Gianni Tripodi – Archiviato il primo ko stagionale conto Tortona i nero arancio vanno alla ricerca dell’immediato riscatto, questo pomeriggio alle 18 al Pala Calafiore, davanti al proprio pubblico, la Viola affronterà la Virtus Roma. Sarà una ghiotta occasione per rifarsi dalla vittoria sfumata solo al termine di un tempo supplementare e iniziare a muovere la classifica di un campionato che si prospetta più equilibrato del previsto. Coach Calvani ha caricato e motivato a dovere i suoi per questa sfida, si punterà sull’aggressività difensiva, il vero e proprio marchio di fabbrica della squadra visto contro Tortona solo nell’ultimo quarto quarto, quello in cui ai padroni di casa sono stati concessi solo 9 punti in 10 minuti di gioco. L’obiettivo è senza dubbio quello di migliorare in fase offensiva, soprattutto con i tiri dalla lunga distanza, il 16% dai 6.75 della prima giornata è stato davvero imbarazzante. Contro una squadra ben strutturata come Roma bisognerà cercare di imporre il proprio gioco già dall’avvio. L’avversario – Allenata dall’esperto Fabio Corbani, la Virtus, sconfitta all’esordio da Legnano, arriverà in riva allo Stretto con il roster non al completo. Fuori Donadoni squalificato e De Nicolao infortunato, con Massimo Chessa non al meglio della condizione fisica, ma che dovrebbe essere recuperato in extremis, i romani si affideranno al duo americano sotto canestro composto da Lee Roberts (17 punti e 10 rimbalzi) e Aaron Thomas (15 punti e 11 rimbalzi) che assieme al veterano Maresca rappresenteranno le principali insidie per la difesa nero arancio. In casa Viola c’è ottimismo, dopo gli zero punti in trenta minuti di utilizzo contro Tortona, ci si attende tantissimo da Lorenzo Caroti e dal gladiatore Patrick Baldassare ancora alla ricerca della miglior forma. La Viola sarà costretta a fare a meno di capitan Fabi a causa di una contrattura muscolare rimediata domenica scorsa, le responsabilità in attacco saranno affidate a Pacher e Roberts. Il primo ha giocato ad intermittenza contro Tortona, malissimo nel primo periodo con soli 2 punti realizzati, ripresosi poi negli ultimi due quarti chiudendo con 14 punti e 10 rimbalzi, saranno le spalle larghe di Chris Roberts, il migliore dei suoi nella prima giornata (26 punti e 11 rimbalzi) a decidere dall’altra metà del parquet la sfida contro Roma. E’ la “prima” al Pala Calafiore e i nero arancio faranno di tutto per regalare i primi due punti della stagione ai propri tifosi, palla a due alle 18.