di Gianni Tripodi –  Arriva davanti al proprio pubblico, quello del Pala Calafiore, la prima vittoria stagionale della Viola di coach Calvani. Immediato riscatto per i nero arancio che dopo la sconfitta all’esordio contro Tortona battono la Virtus Roma (84-83) al termine di un match al cardiopalma conquistando così i primi due punti di questo campionato. Così come accaduto durante la prima giornata la Viola soffre in avvio di gara arrivando all’ultimo quarto sotto di 13 punti, coach Calvani chiede una difesa press tutto campo e sprona i suoi a non mollare. Orfani di capitan Fabi e con la forza dell’orgoglio i nero arancio riescono ad annullare lo svantaggio arrivando sul -4, la tripla di uno straordinario Chris Roberts (18 punti) vale il -1 a 13” dal termine, con il Pala Calafiore tutto in piedi. Un immenso Aj Pacher da 31 punti finali con il 69% dal campo chiude i conti dalla lunetta (2/2), la tifoseria nero arancio può festeggiare, finisce 84-83. Il match: Rossato in quintetto al posto dell’infortunato Fabi. Mani freddissime in avvio per i nero arancio, Roma va sul 6-0 guidata dal duo americano Roberts – Thomas, timeout immediato per Calvani. Con Pacher e Rossato lo strappo viene ricucito e la Viola inizia piano piano ad ingranare, 16-17. Anche la difesa dei nero arancio inizia a salire d’intensità e con i canestri realizzati dal neo entrato Taflaj, ottimo l’impatto del giovane albanese, Viola sul +1, 20-19. Secondo quarto: Chessa e Landi colpiscono dalla lunga distanza, tanti errori al tiro per i nero arancio (-5), Roberts inizia a scaldare la mano, il gioco da quattro punti di Rossato vale la parità. La rubata con schiacciata in contropiede di Aj Pacher va ad esaltare la tifoseria, Maresca e Caroti per il 41 pari e si va negli spogliatoi. Terzo quarto: Roma prova ad allungare con uno scatenato Chessa dalla lunga distanza, Roberts e Pacher inseriscono le marce alte e la Viola va sul -4, 49-53. La gara inizia a riscaldarsi, tecnico a Thomas (quarto di squadra) e antisportivo a Passera nell’azione successiva, le due squadre rimangono a contatto sul 59-59. Improvviso black out Viola che sprofonda sul -13, Basile e Benetti puniscono una difesa poco attenta. Quarto quarto: Con un pressing a tutto campo, i nero arancio recuperano il gap arrivando al -8, Pacher lotta come un leone sotto canestro, la tripla di Baldasso in transizione interrompe il buon momento della Viola, fuori per falli Lee Roberts e Thomas a 5’18” dalla fine, 70-76. Antisportivo a Chris Roberts per fallo su Baldasso, Calvani è furioso. Tripla di Caroti a scuotere i compagni che non mollano la presa, continua la difesa presso tutto campo della Viola che arriva al -4 a 1’30” dal termine. La gara diventa bellissima, Passera dalla lunetta fa 2/2 per il -2, il canestro di Benetti per il +4 sembra voler allontanare la rimonta. Tripla incredibile di Roberts, il Pala Calafiore è tutto in piedi, gara riaperta sul 82-83 a 13” dal termine e possesso Viola. Pacher dalla lunetta fa 2/2 a 3” dal termine, la difesa difende forte sul possesso Roma, è vittoria, finisce 84-83. Prossimo turno domenica 15 ottobre in trasferta contro Casale Monferrato.

2° Giornata – Serie A2 – Old Wild West – Gir. Ovest

MetExtra Viola Reggio Calabria – Virtus Roma 84-83

Parziali: 20-19, 41-41, 57-70, 84-83

Arbitri: Paternicò di Piazza Armerina, Ferretti di Nereto e Puccini di Genova

MetExtra Viola Reggio Calabria: Pacher 31, Passera 6, Taflaj 7, Caroti 10, Fabi ne, Baldassarre 2, Rossato 6, Agbogan, Benvenuti 4, Marino ne, Roberts 18

Coach: Marco Calvani

Virtus Roma: Benetti 6, Basile 3, Maresca 12, Chessa 13, Baldasso 10, Lucarelli, Landi 12, Vedovato, Roberts 16, Thomas 11

Coach: Fabio Corbani