di Gianni Tripodi – Era il rematch della finale del Trofeo “Ninì Ardito” giocata la settimana scorsa a Conversano. In quell’occasione i nero arancio vennero sconfitti da Brindisi (81-64) e anche questa sera, nel primo match del VII Memorial Pentassuglia, la Viola è costretta a sventolare bandiera bianca (65-59). Sul parquet non si nota affatto la differenza di categoria tra le due squadre, con Brindisi (A1) che soffre, per tutto il match, il maggiore dinamismo e la buona organizzazione sui due lati del campo del team reggino. Recuperati Fabi e Benvenuti, assenti nell’amichevole contro Catanzaro, schierati da coach Calvani in quintetto, assieme a Passera, Roberts e Pacher. Il primo quarto vede i nero arancio portarsi subito avanti nel match con i canestri di capitan Fabi e le giocate di Chris Roberts già in ottima forma, buone le percentuali di squadra dalla lunga distanza (50%) con Brindisi che subisce troppo sotto canestro, 14-16. Nella seconda frazione di gioco i padroni di casa approfittano di un leggero calo fisico della Viola e con i cinque punti consecutivi di Lalanne vanno ad impattare. Servono i canestri di Passera e del “solito” Roberts a tenere avanti i nero arancio, Tepic è scatenato (11 punti), l’appoggio allo scadere di Pacher vale il +4 e si va negli spogliatoi, 29-33. Dal rientro sul parquet Brindisi cerca l’aggancio e lo trova con i punti di Suggs, ingenuità di Mesicek che prima commette sfondamento (subito dal giovanissimo Allen) e poi si vede fischiare contro un antisportivo, 41 pari. Le percentuali si abbassano, tanti errori da una parte e dall’altra, Taflaj ridà due lunghezze di vantaggio ai suoi, 46-48. La gara si accende nell’ultimo quarto, Suggs ha la mano caldissima e continua a martellare il canestro avversario, seppur con molta fatica Brindisi passa a condurre il match (+3). La Viola si affida a Roberts (19 punti) che fa impazzire la difesa pugliese, massimo vantaggio di Brindisi con la tripla di Barber (+6). A 30” secondi dal termine antisportivo fischiato a Giuri, Passera fa 0/2 dalla lunetta e svaniscono così le ultime speranze di rimonta della Viola, Lalanne chiude i conti con una schiacciata, finisce 65-59. La Viola affronterà domani, per il secondo posto nel torneo, la Sidigas Avellino, sconfitta dalla Mens Sana Siena nell’altra semifinale (74-80).

VII Memorial Pentassuglia
New Basket Brindisi – MetExtra Viola Reggio Calabria 65-59
Parziali: 14-16, 29-33, 46-48, 65-59

New Basket Brindisi: Mesicek 3, Suggs 12, Barber 19, Tepic 11, Oleka 2, Cardillo 1, Giuri 4, Lalanne 13, Randle, Sirakov ne, Vangelov ne, Canavesi ne
Coach: Sandro Dell’Agnello
MetExtra Viola Reggio Calabria: Pacher 10, Passera 5, Taflaj 4, Rossato 3, Roberts 19, Agbogan 2, Stepanovic, Benvenuti 3, Marino ne, Caroti ne
Coach: Marco Calvani