BOCALE-TREBISACCE 1-0
Marcatore: 24’st Rukhadze
Bocale: Caputo, Mercurio, Malara (26’st Zuccalà), Guerrisi, Mochi, Wojcik, Secondi, Foti, Barbuio (12’st Manganaro), Postorino (43’st Tripodi), Rukhadze. A disp.: De Stefano, Tuzzato, Brancati, Puccinelli, Lombardo, Perla. All. Laface.
Trebisacce: Martino, Filidoro, Pellegrino, Pensabene, Gallotta, Terranova, Armentano (31’st Cirolla), Miraglia, Galantucci, Grisolia, Gueye. A disp.: Andreoli, Bria, Pugliese, Tufaro, Miniaci, Amerise, Orlando, Noia. All. Malucchi.
Arbitro: Cortale di Locri (Sportelli di Lamezia Terme e D’Agostino di Catanzaro).
Note- 50 spettatori circa. Ammoniti: Secondi (B), Foti (B).
C’è rammarico per il Trebisacce che esce a mani vuote dalla trasferta di Bocale, in una gara dove certamente il pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo. L’undici di Malucchi fa la partita, gioca un gran primo tempo, crea le migliori occasioni da gol ma deve arrendersi ad un’azione di contropiede a 20′ dalla fine. Giallorossi in formazione rimaneggiata, tanto da portare in panchina i propri giovani di valore che si sono contraddistinti nei rispettivi campionati e parliamo di Orlando e Noia, oltre ai vari Cirolla, Tufaro e Miniaci. Non c’è Naglieri, non ci sono neppure Petta, Maritato e Franchino, non al top Andreoli, Pensabene (schierato comunque seppure in dubbio fino all’ultimo) e Galantucci.
Dopo una iniziale fase di studio è il Trebisacce che va vicinissimo al vantaggio. Cross di Filidoro e girata che si stampa sulla traversa di Armentano. Siamo al 10′. Trascorrono 7′ e Caputo compie il miracolo sul tiro dall’interno dell’area di Pensabene. Il Bocale prova ad uscire ma la reazione è velleitaria con il debole calcio di Secondi che non crea pericoli a Martino. Provvidenziale invece Filidoro che salva su Rukhadze che nel finale perderà poi l’attimo per calciare.
Nella ripresa i padroni di casa provano ad alzare il ritmo e si rendono pericolosi con Postorino. Il numero 10 di mister Laface impegna sul primo palo Martino, attentissimo, e poi calcia sul fondo da buona posizione. Dall’altra parte Gueye si vede togliere il pallone proprio un attimo prima di calciare, dall’uscita del portiere Caputo che lo anticipa con le mani. Trebisacce ora che spinge maggiormente, specie dall’out mancino, e Gueye la mette in mezzo, il pallone perviene da Grisolia ad Armentano il cui tiro è respinto di testa da Mochi. Sfera che arriva fuori area e Galantucci di controbalzo coglie una nuova traversa. Pomeriggio stregato per i Delfini che, in proiezione offensiva, offrono il fianco alla ripartenza dei locali. Mochi lancia lungo, Secondi elude l’intervento di Terranova e mette in mezzo dove Rukhadze si fa trovare pronto e con freddezza batte l’incolpevole Martino. Si spezza di fatto l’equilibrio e per quanto il Trebisacce provi il forcing finale, di pericoli dalle parti di Caputo non ne arrivano.
A fine gara il presidente Miniaci ha così commentato: “Certe partite si decidono segnando ma non l’abbiamo fatto. Le due traverse sono sicuramente significative. Noi abbiamo fatto una buona partita, dopo una buona partenza del Bocale, ci siamo presi in mano la partita nel primo tempo. Nel secondo tempo i nostri avversari ci hanno messo più cattiveria, finendo per prendere un gol in contropiede che potevamo evitare. Volevamo uscire almeno con un punto da questa sfida, proprio per affrontare in modo sereno la settimana di lavoro che ci attende. Siamo attesi dal derby con la Rossanese e speravamo appunto di arrivarci con meno pressione addosso. Non eravamo certamente al meglio nei nostri interpeti. Ciò non vuol essere un alibi. Ci sta mancando Naglieri e non siamo al meglio in generale ed abbiamo finito per pagare. Oggi eravamo pieni di under, anche Allievi; eravamo consapevoli della forza del Bocale e che non eravamo al meglio ma per come è andata dispiace molto, specie perché in ogni caso abbiamo creato delle ottime occasioni da gol”.