di Giuseppe Calabrò – Prova incoraggiante e di prospettiva per un Gallico Catona che esce a testa alta, nonostante la sconfitta di

misura, nel derby contro i cugini della Reggiomediterranea.

Bellissima la rete della bandiera dello spagnolo attaccante Baz, si recrimina per il gol sprecato da

Monorchio, ma tant’è.

Ha debuttato in difesa il rientrante difensore Dario Neri, Classe 2000, buona la prova dell’ex Peppe Gioia.

Gallico Catona accorto, ordinato e ben messo in campo, è tutta un’altra storia rispetto al girone d’andata.

Rinforzi mirato per colmare le lacune. Il difensore senegalese Sakho è una certezza.

Archiviato il derby esterno contro la Reggiomediterranea il Gallico Catona è particolarmente atteso da un

doppio turno interno che se sfruttato adeguatamente può dare sostanza e linfa alla graduatoria.

In questo girone discendete si dovrà invertire la tendenza dopo il deludente girone d’andata ( 13 punti),

a dicembre c’è stato un “repulisti” generale, compagine rinforzata con gli arrivi di elementi come il

centrocampista Peppe Gioia ( il suo è un ritorno) il difensore senegalese Sakho, Herrada, De Rio, Baz,,

l’argentino Blanstein.E’ ritornato anche il difensore Dario Neri, Classe 2000.

Domenica al Lo Presti rende visita la Bovalinese, c’è da riscattare la pesante sconfitta patita all’andata.

La formazione ionica domenica scorsa ha perso in casa contro la Rossanese e intende riscattarsi.

Mister Antonucci sta preparando la gara con dovizia, si è lavorato tantissimo nella sosta per recuperare

energie nervose e atletiche.

Un’altra gara croce via fondamentale per un Gallico Catona che vuole uscire dalle secche della bassa

classifica.