di Giuseppe Calabrò – In ripresa atletica, più tranquilla, più convinta dei propri mezzi. E’ un Gallico Catona che ha tutte le

“credenziali”  di riscattare il deludente girone d’andata ( soli 13 punti) e conquistare la diretta salvezza.

Si respira un’atmosfera più coesa , più serena dopo il  “ repulisti” di dicembre, c’è da mantenere

fermamente la categoria nel massimo campionato regionale dilettantistico. Un girone discendete con tutte

le pericolanti a rendere visita nella splendida struttura dello stadio “ Lo Presti” di Gallico.

Il fondamentale ritorno a metà campo di Peppe Gioia, brillante prestazione a Corigliano, e del gigantesco

difensore senegalese Sakho hanno equilibrato il complesso tatticamente, a digiuno di reti lo spagnolo Baz,

si dice un gran bene anche di Herrada e De Rio.

Sono andati via anche Saro De Marco e Luigi Tripodi. In avanti si spera nel vivace Manuel Monorchio che

deve essere più lucido e concreto sotto porta e con Baz si può integrare al meglio. Peppe Ferrato ha la

fiducia della società, nel girone di ritorno può essere determinate insieme a Ninni Mangiola e Roberto

Fulco.

Gallico Catona compagine giovane e assai rinnovata rispetto alla scorsa stagione.

La dirigenza come al solito sta operando con arguzia e intelligenza ed alla fine , siamo certi, raggiungerà

l’obiettivo della permanenza.

Sosta provvidenziale. Antonuicci e il preparatore atletico Santisi non fanno sconti, in questi 15 giorni di

“siesta” natalizia c’è da sgobbare tantissimo.

Il 6 gennaio c’è a Croce Valanidi il super derby contro la Reggiomediterranea.