TREBISACCE-SCALEA 2-2

Marcatori: 45’pt Galantucci (T), 6’st e 21’st Angotti (S), 17’st Gueye (T)

Si conclude anno solare e girone di andata per il Trebisacce. Matura un pari all’ “Amerise” contro lo Scalea, a conferma dell’equilibrio che le due compagini dimostravano in classifica alla vigilia del match. Non bastano Galantucci e Gueye ai locali, recuperati per ben due volte da Angotti nella ripresa. Il capitano l’ha sbloccata a ridosso del duplice fischio finale; in avvio di ripresa il pareggio ospite. Al 17′ Gueye si regala il 10° centro in 5 partite ma non basta stavolta per consentire ai suoi di ottenere i tre punti visto che ancora Angotti, quattro minuti più tardi, rimette in parità. Nonostante il pareggio lasci un po’ di amaro in bocca, per il Trebisacce si tratta del quinto risultato utile consecutivo, composto da 3 vittorie e 2 pareggi.

A fine gara il tecnico Malucchi ha così commentato: ” Bella partita, spumeggiante. Non posso rimproverare nulla alla squadra visto che ha espresso ancora una volta un gran bel gioco. Non sempre però le partite vanno come si spera. Nel primo tempo abbiamo dominato e siamo riusciti ad andare in vantaggio solo all’ultimo istante dopo avere fallito almeno 4-5 occasioni da rete. Nella ripresa, paradossalmente, siamo entrati in campo più scarichi permettendo ai nostri avversari di pareggiare. Bravi a reagire al gol subito ed a riportarci avanti con Gueye prima di ricadere in una nuova deconcentrazione, coincidente con il nuovo pareggio ospite. A questo punto abbiamo cercato si di vincere, ma al contempo abbiamo fatto maggiore attenzione a non scoprirci troppo per evitare di concedere ripartenze oppure occasioni importanti allo Scalea. Una squadra sicuramente in salute e rinforzata come noi che, dal canto nostro, i rinforzi li abbiamo potuti adoperare soltanto parzialmente. Terranova era infatti squalificato e Filidoro ha dovuto cambiare la sua posizione per una indisponibilità dell’ultimo momento. Ad ogni modo abbiamo concluso il girone di andata a 20 punti ed è la zona che consideriamo tranquilla. Dispiace semmai fermarsi proprio ora perché stiamo attraversando un ottimo momento di forma fisica e mentale. Dal 6 gennaio inizierà un nuovo campionato e dovremo farci trovare pronti, specialmente sul piano fisico. C’è un bel clima nello spogliatoio, con unione e spensieratezza, ingredienti perfetti per poter lavorare al meglio”