Finisce a reti bianche una partita dominata per lunghi tratti dal San Giorgio. L’esordio davanti al pubblico casalingo ha sicuramente entusiasmato i tifosi dal punto di vista del gioco, diversamente per il risultato, che doveva essere diverso per quanto prodotto in campo. Nessun pericolo portato dalla Bovese in tutti i 90’: Laganá inoperoso al debutto in maglia neroverde, jonici che si sono limitati a portare a casa il risultato minimo, consapevoli della maggiore forza d’urto dei padroni di casa, apparsi decisamente in crescita rispetto alla prima uscita della scorsa settimana contro la Fortitudo. Neroverdi rammaricati per le occasioni fallite, appuntamento rinviato anche con il primo gol stagionale. Si pensa al riscatto la prossima settimana a Rosarno, dove il San Giorgio sarà atteso da una formazione agguerrita e vogliosa di fare punti e di ben figurare. La traversa di Natale Borghetto grida ancora vendetta, la Bovese si tiene stretta il punto. A fine gara anche mister Paviglianiti ammette di aver artigliato un punto d’oro contro un avversario che meritava di vincere.

 

SAN GIORGIO – BOVESE 0-0

 

SAN GIORGIO: Laganà, Caridi An., Tchanturia, Raiola, Oliveri, Caracciolo (80’ Nicolò), Centofanti (84’ Amaddeo), Laurendi, Borghetto D. (56’ D’Ascola), Borghetto N., Crisalli.
A disposizione: Paviglianiti, Mariko, Nocera, Borghetto T., Siclari, Mandalari.
Allenatore: Alberto Galluso.

 

BOVESE: Larizza, Romeo, Tuscano, Diallo, Scordo, Marino (60’ Malara), Petronio, Paviglianiti, D’Aguì (78’ Wahid), Criseo (84’ Ligato), Cuppari. A disposizione: Manti, Panagia.
Allenatore: Franco Paviglianiti.

 

Arbitro: Sig, Pasqua di Vibo Valentia

 

Note: pomeriggio soleggiato. Spettatori: 200 circa. Ammoniti: Raiola, Nicolò per gioco falloso (SG); Tuscano, Scordo, D’Aguì per gioco falloso (B); Tchanturia (SG) e Diallo (B) per reciproche scorrettezze. Espulso: Nocera (non dal campo) per proteste. Angoli: 9-2. Recupero: 1’ e 6’.