Ripescaggi: Serie B e C vogliono sapere che tipo di campionati saranno. Ci ci capisce qualcosa è bravo. La fortuna dei tifosi, però, è che alla fine potranno accontentarsi di sapere ad ottobre (meglio tardi che mai) da quante squadre sarà composto il campionato di Serie C e da quante quello di Serie B.

Il fatto che entrambi i tornei saranno entrambi iniziati non sembra essere un qualcosa che preoccupa troppo il Palazzo che dovrà amarsi di forbici e colla per incollare gli eventuali nuovi ingressi dei club in calendari che, in realtà, sono già stilati.

Ci penserà il computer, con amplissime possibilità che il suo operato possa essere più efficace dell’opera umana applicata al calcio in questa fase.

Ripescaggi: Serie B attende, ma anche la C

Riepilogando la situazione: Bari, Cesena e Avellino non si iscrivono alla Serie  B.   Servono tre ripescaggi, Novara e Catania non lo sarebbero per questioni regolamentari dovuti a mancati emolumenti nell’ultimo biennio, ma vincono il ricorso e festeggiano una promozione quasi certa unitamente al Siena.   La B, però, decide con un colpo di spugna di chiudere la porta ai ripescaggi, pur avendo uno statuto che la obbliga a restare a diciannove con esultanza dei club che saranno di poter dividersi una torta più ampia in meno unità.

Sulla scena, però, ci sono anche Pro Vercelli e Ternana che, da neoretrocesse, sentono di meritare anch’esse un ripescaggio al pari di Catania, Novara e Siena, al netto delle graduatorie per i ripescaggi che le penalizzerebbero.  In cinque ricorrono al CollegIo di Garanzia del Coni, organo garante, che però ritiene inammissibili i ricorsi, dopo che addirittura si era paventata una Serie B a 24.

Le due squadre  retrocesse ricorrono al Tar che concede la sospensiva, concedendogli, per il momento, di non giocare in Serie C.   Dopo questo provvedimento toccherà nuovamente al Collegio di Garanzia del Coni pronunciarsi nuovamente sulla vicenda, stavolta in maniera definitiva.

La data prevista è il 22, mentre per gli eventuali ripescaggi si deciderà il 24 settembre (almeno due dovrebbero comunque rimanere deluse).