Si scrive la parola fine sulla possibilità che Ciccio Cozza diventi l’allenatore del Messina. Stavolta sembra davvero netta la chiusura espressa dal presidente peloritano Sciotto, dopo che già ieri aveva provato a placare l’ira dei tifosi scattata nel momento in cui si era diffusa la voce secondo cui il capitano storico dei rivali della Reggina potesse diventare l’allenatore giallorosso.
“L’anno prossimo – ha detto il numero uno peloritano ai microfoni di Rtp – puntiamo a vincere il campionato se giocheremo la Serie D. Non possiamo fallire per due anni consecutivi. Non sarei andato avanti se non pensassi di costruire una squadra forte che possa lottare per andare in Serie C. Speriamo comunque ancora nel ripescaggio”.
Messaggi chiari alla tifoseria: “Ho buttato 800.000 euro e mi aspettavo un po’ più di rispetto. Si può sbagliare quando si parte da zero. Ho lottato contro tutti in un ambiente difficile come Messina. Mi chiedono di lasciare la società in cento, perchè ovunque ricevo complimenti e proverà a fare ricredere anche i pochi che mi criticano. Ho rispetto da tutta Italia e dall’estero. Cozza non è l’allenatore del Messina. Social e stampa si inventano le cose”.

Ieri a Messina erano apparsi striscioni contro la noma di Cozza allenatore (leggi qui).