Trebisacce-Aurora Reggio 2-0
Marcatori: 5’pt Mazzei, 20’st Galantucci
Vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Trebisacce che con il più classico dei risultati supera un’Aurora Reggio mai doma. Le reti, una per tempo, portano la firma di Mazzei e Galantucci.
Partita non bella, disturbata dal forte vento, sbloccata da Mazzei con tap-in vincente sul contropiede e tiro di Grisolia. Bravo nel frangente Maio che, in fuorigioco, si è fermato eludendo la difesa e favorendo così l’inserimento a rimorchio di Mazzei. Grisolia però deve alzare bandiera bianca per infortunio procurato proprio in occasione del gol del vantaggio al 5′. Successivamente Maio e Galantucci non sfruttano le occasionissime per raddoppiare. Aurora che intorno al 20′ esce fuori, sfruttando anche il vento a favore, ci prova dalla distanza con Libri ed è superlativo l’intervento di Vitale in quello che, tuttavia, è stato l’unico squillo, alla mezz’ora, da parte dei reggini. Nella ripresa gara scialba che premia alla lunga il Trebisacce. Galantucci ha il merito di insaccare di testa una sfera dalla strana traiettoria proveniente da calcio d’angolo, forzata anche dal vento. Nel finale bravo ancora Vitale a mettere in angolo. Dopo 3′ di recupero, la gara si spegne come i riflettori dell’ “Amerise” per il quale sono iniziati i lavori di re-styling. La prossima gara casalinga, il 15 aprile, il Trebisacce la disputerà a Roseto Capo Spulico. Campionato di Eccellenza che si ferma ora per due settimane per riprendere l’8 di aprile quando i Delfini saranno di scena a Castrovillari.
A fine gara, mister Malucchi, ha così commentato: “Arrivavamo a questo match non certo nelle migliori condizioni. Oltre la squalifica di Terranova e l’indisponibilità di Zicarelli che, andato in panchina, ha dovuto anche giocare nel finale. Con i recuperi in extremis di Filidoro e Bellitta, il quadro è completo. Eppure i ragazzi sono partiti subito forte e già al 5′ sono riusciti a sbloccare, giocando bene per il primo quarto d’ora. Poi l’Aurora ha fatto maggiore possesso impensierendo però soltanto una volta Vitale, bravo nella circostanza, con un tiro da fuori area. Nella ripresa siamo stati bravi a chiuderla con Galantucci, ma l’Aurora, alla quale vanno i miei complimenti, è rimasta sempre in partita, riuscendo peraltro a creare anche un’altra occasione da gol, sulla quale nuovamente Vitale si è superato. Tre punti che ci avvicinano ulteriormente alla quota salvezza di 39-40, tre punti sostanzialmente meritati. La pausa arriva nel momento perfetto per recuperare energie fisiche e mentali ed 9 09 è una salvezza che stiamo costruendo sfruttando il fattore campo. Chissà, forse si sarebbe potuto parlare di un altro campionato se fossimo riusciti anche a vincere le sfide interne pareggiate nel girone di andata contro Reggio Mediterranea e Locri e nel girone di ritorno contro Cotronei e Sersale”.