Lle dichiarazioni rese in conferenza stampa dall’allenatore giallorosso Domenico Zito al termine della gara Cittanovese  Acireale.

Oggi abbiamo disputato una grande partita – ha esordito il tecnico – superando una squadra di livello alto, tecnicamente molto dotata e abile nel fraseggio. L’Acireale, ad essere sinceri, mi ha impressionato per la qualità messa in campo. Nel primo tempo loro sono stati bravi ad uscire dal nostro pressing mettendoci in difficoltà su alcune situazioni. Nella ripresa, invece, il nostro gioco è apparso nettamente superiore per almeno 40’”.

Meglio nel secondo tempo, dunque. Ma anche nella prima frazione, comunque, la Cittanovese non è dispiaciuta.

Il primo tempo è stato più equilibrato – ha spiegato Zito – mentre nella ripresa la nostra supremazia è stata evidente. Nel momento chiave del match abbiamo dimostrato lucidità e qualità tecnico-tattica. I ragazzi meritano un grande applauso per quanto stanno costruendo. Alla vigilia ero certo che, a prescindere dal risultato, avremmo fatto una prestazione maiuscola, perché stiamo lavorando bene, i ragazzi stanno dando il massimo e finalmente ho tutto l’organico a disposizione”.

La serenità dell’ambiente sta risultando un fattore decisivo per la resa della squadra.

Senza dubbio – ha ammesso l’allenatore – ed ogni componente lavora affinché il suo contributo possa essere il più fruibile e concreto possibile. Dalla Società all’ultimo collaboratore, passando per lo staff tecnico e i calciatori, stiamo vivendo questa esperienza con una passione incredibile”.

Contro l’Acireale è emersa ancora una volta la forza del gruppo.

La Cittanovese è, prima di tutto, un gruppo di grande qualità e dai valori umani importanti – ha scandito Domenico Zito -. I singoli ci sono e stanno facendo cose egregie, ma c’è la consapevolezza che ognuno emerge grazie alla spinta del collettivo. Questo è un aspetto fondamentale e non va dimenticato”.

L’obiettivo rimane la salvezza?

Certo – ha affermato il tecnico – ed oggi abbiamo fatto un altro passo in avanti verso il traguardo. Entrando nello spogliatoio ho trovato Taverniti intento ad aggiornare la lavagna dove aggiorniamo lo score dei punti che mancano per la quota salvezza. Ne servono ancora 15. Quindi martedì torniamo al lavoro come sempre, consapevoli della nostra forza e del nostro percorso”.

Ufficio Stampa Cittanovese