Il Lecce non sottovaluta affatto l’incontro con la Reggina, pur vantando una posizione di classifica decisamente a proprio favore. Liverani non si fida ed elogia il gioco della squadra amaranto: “Sulla carta potrebbe essere una gara in cui l’avversario viene a chiudersi, fino ad oggi però la Reggina ha giocato un buon calcio, con le proprie idee e senza particolari tatticismi, non è una squadra che si chiude nella propria metà campo, anche se venendo a Lecce credo siano più guardinghi ma non cambieranno la loro identità.

Il mio primo gol in serie A proprio contro la Reggina, si giocava al Granillo ed io indossavo la maglia del Perugia. Nella mia squadra ci sono giocatori che hanno un buon piede, con loro scherzo dicendo che però non lo devono usare solo in allenamento, ma anche quando ci sono gli avversari.

Le partite non sono mai uguali, riuscire a sbloccarla subito cambia parecchio le carte in tavola, se noi riuscissimo a farlo spesso per gli altri diventerebbe più difficile, sarebbero costretti a fare qualcosa di diverso rispetto a quanto preparato.

Di Livio lo conosco bene, è uno dei giovani più promettenti, rapido nell’uno contro uno, il primo lo salta sempre soprattutto se non sei attento, credo che sia un valore aggiunto per la Reggina. Hanno un mix importante, con Bianchimano, De Francesco, stanno facendo un ottimo campionato, noi dobbiamo rispettarli”.