di Giuseppe Calabrò – “ Stuzzicato”  il  Gallico Catona reagisce, non è la prima volta, e ribalta meritatamente il risultato. La “

matricola” Soriano   perde, soprattutto,  nel secondo tempo la bussola e il primato della graduatoria e la

formazione  di Nello Violante , Natale Gatto  e del “diesse” Peppe Misiti ( cugino del tecnico)  la “scavalca”

in graduatoria mantenendo l’imbattibilità dopo tre turni.

Chi lo avrebbe mai immaginato  la “terza piazza” in graduatoria , un avvio di stagione più che promettente

che fa guardare al futuro con molti meno assilli, l’obiettivo rimane sempre la tranquilla salvezza.

Gallico Catona spigliato atleticamente, tanto “giro palla”, tante idee, Fayè , Ferrato e Parisi i migliori.

Il tecnico Peppe Misiti “il glaciale” ha il merito di aver dato al complesso una propria fisionomia.

Soriano “matricola” difficile da addomesticare. Si è lasciata imbrigliare nel secondo tempo dalla ragnatela di

Misti.

Due rigori a favore del Soriano, due espulsi, uno per parte.

E’ decisivo nel primo tempo il “guardiano dei pali” Gabriele Parisi , al 35 para il primo penalty concesso agli

ospiti  per un “mani” in area di Fayè su contatto con il bomber Angotti. Parisi ipnotizza l’esperto Angotti,

si distende sulla propria sinistra e devia il cuoio. Una vera e propria prodezza.

Allo  scadere  della prima frazione devia un proietta di Macrì, uno dei migliori del Soriano.

Un primo  tempo in cui  il Gallico Catona ha avuto più possesso  palla, ha sprecato due buone occasioni con

Ciccio Violante, Classe 2000, e lo stesso “ fuori quota”  Gottuso.

Ringhiante la prova del terzino del 2000 Simone Crucitti.

Nel secondo le tante emozioni.

Al 50 questa  volta il pur bravo Gabriele Parisi “difetta” nell’uscita e stende in area il furbo Angotti.

dagli undici metri questa volta l’attaccante del Soriano non sbaglia.

Il Gallico Catona , è la vera forza della giovane squadra, non si disarma, continua a giocare con disarmate

tranquillità e serenità,, come se non fosse successo nulla.

Ed ancora una volta il tecnico Peppe Misiti  “il glaciale”  capisce che deve fare dei correttivi decisivi.

Esce un affaticato Cristian Ricciardi ( esordio  interno) ed entra il solito talentuoso e imprevedibile Peppe

Ferrato. Ferrato ha un passo più veloce, ha fantasia, supera con facilità l’uomo creando superiorità

numerica.

A centrocampo Peppe Gioia detta i ritmi, si gioca con identità e personalità, gioco lineare che parte sin dalle

retrovie, ogni giocatore del Gallico Catona, una novità positiva di quest’anno, sa quello che deve fare. E’ un

gioco “ collettivo”  che sopperisce  anche di assenze importanti  come è quella del yolly Totò Cormaci.

Il “ colored” difensore  Fayè ( fortissimamente voluto da Misiti)   oltre ad essere un baluardo difensivo , ha

vinto nettamente il duello con Angotti, è decisivo sotto la porta avversaria facendo valere le sue qualità

acrobatiche.

Minuto 61. Punizione magistrale  battuta dal solito “metronomo” Peppe Gioia, “ spizzica” di testa Fayè

che batte di quel tanto gli avversari in elevazione e la palla si infila nell’angolo sinistro imparabilmente per

l’esperto Piccolo.

E’ un Soriano che fatica a uscire dalla propria metà campo, i ragazzi di casa hanno ancora tante energie,

credono nel “sorpasso”.

Peppe Ferrato al 73 concretizza il sogno vittoria. Il Soriano rinvia l’ennesima incursione, sulla ribattuta

lo stesso Ferrato con un preciso radente a fil di palo batte per la seconda volta Piccolo.

Finale di gara nervoso, Gottuso e Angotti espulsi all’87.

Quattro i minuti di recupero, ma il risultato non cambia.

Gallico Catona felice ed  imbattuto con 5 punti che già pensa al derby contro la Reggiomed,la “ matricola”

Soriano conosce la prima sconfitta  stagionale.

 

Gallico   Catona  2   –  Soriano  1                                                               eccellenza 3 giornata

 

 

Marcatori : al 50 Angotti (rig..), al 63 Fayè, al 73 Ferrato

Gallico Catona :  Parisi 7 , Crucitti 7, La Cava 6,5 (al 79 Fulco s.v.), Gioia 7,5, Fayè 8, Marcianò 7, Gottuso

7, Penna 7, Macchia 6 (al 92 Flores s.v.), Violante 7,5, Ricciardi 6,5 ( al 58 Ferrato 8) All. Misiti 8,5

Soriano:  Piccolo 6,5, Valente 6, Romeo 6,5, Clasadonte 6,5, Barba 5,5, Zavaglia 6, Macrì 6,5, Viscomi  6,

Angotti 6, Perimatici 6 (al 70 Chiarello s.v.) , Nicolovic 6 (al 77 Nesci s.v.) All. Gregorace 6

Arbitro-  Zangara  di Catanzaro  6  ,  Varano e Mungari di Crotone