A Messina è ufficialmente scoppiato il caos. Dopo diversi tira e molla e trattative sfumate, sembra proprio che Stracuzzi non sia riuscito a vendere il club giallorosso, tra le proteste di tifosi, squadra e tecnico Lucarelli che si protraggono da tempo. A simboleggiare la confusione che regna sovrana, c’è il ritorno dell’ex presidente Proto, forse l’ultima ancora di salvezza in una situazione che si sta facendo sempre più insostenibile.

I calciatori, intanto, sono in sciopero: l’allenamento è saltato e si sono diretti verso il cantiere dell’attuale presidente giallorosso, in segno di evidente protesta contro la sua gestione.Già nella serata di ieri, alcuni giocatori accompagnati dai tifosi avevano intonato  “Te ne vai o no, te ne vai si o no”, riferendosi appunto a Stracuzzi. Nel caos più assoluto, la trasferta di Pagani a rischio: il club peloritano infatti sembra non aver disponibilità economiche, come confermato dal ritardo nel pagamento degli stipendi che porterà a qualche punto di penalizzazione. Il grido che arriva dall’altra parte dell Stretto sembra essere ‘Qualcuno salvi il Messina’.

 

foto: newssicilia.it