L’edizione 2018 del Tennis Europe Junior Masters, disputatasi anche quest’anno sui campi del Circolo Tennis Rocco Polimeni di Reggio Calabria, ha rispettato tutti i pronostici, con le vittorie nelle categorie under 14 e 16 (maschile e femminile) delle principali teste di serie.

Ancora una volta l’organizzazione del circolo reggino, presieduto da Igino Postorino, ha reso particolarmente interessante l’edizione 2018, grazie soprattutto ad un’organizzazione in grado di superare ogni difficoltà, anche atmosferiche. La giornata delle finali e’ trascorsa con un piacevole sole che ha accompagnato i tennisti e i numerosi spettatori presenti dalla mattina al pomeriggio. Il premio principale, lo Strigile e la Coppa Federico Bianco, sono state assegnati al bulgaro Petr Nesterovic, vittorioso nella categoria under 16 contro il lettone Daniel Morozovs, al termine di un incontro combattuto, (concluso al terzo set), nel corso del quale i due giovani tennisti hanno dato prova del vasto repertorio a disposizione. Nella finale under 16 femminile il titolo è andato alla croata Antonia Ruzic, vittoriosa in due set nel derby contro Tara Wurth (6-4, 7-6). Pronostico rispettato anche nella categoria under 14 femminile con l’affermazione della serba Idrizovic (testa serie n.1) sulla bulgara Dimitrova. Nella categoria under 14 maschile a vincere e’ stato il russo Zhzhenov sul ceco Barton. Prove di riscatto e di incoraggiamento anche per i due portacolori dell’Italia, Niccolò Ciavarella e Giorgia Pedone, entrambi vittoriosi nella finale per il quinto posto. Due prestazioni che hanno messo in mostra il carattere dei due giovanissimi tennisti azzurri, comunque soddisfatti per l’esperienza del Master Junior. Anche quest’anno il Circolo Tennis Rocco Polimeni, d’intesa con il Panathlon ha assegnato il premio fair play, per la sportività e la correttezza dimostrato in campo, assegnato alla croata, Tara Wurth. Particolarmente piacevole e’ stata la cerimonia finale con tutte le delegazioni dei tennisti omaggiati di un piccolo ricordo offerto dagli organizzatori, una tradizione che si associa alla particolare accoglienza che viene dedicata dal circolo reggino a tutti gli ospiti. A guidare la cerimonia e’ stato il Presidente, Igino Postorino, in rappresentanza del Consiglio Direttivo del Circolo (Ezio Privitera, Costantino Nieddu del Rio, Ninni Romeo, Emilio Cozzupoli, Sabrina Albanese, Luigi Gabrijelcic, Maurizio Romolo, Luigi Colico, Salvatore De Salvo, Domenico Catanzaro) e di tutti i numerosi soci che hanno sempre dimostrato grande interesse nei confronti della competizione internazionale. Presenti anche le massime autorità sportive, rappresentate dal presidente Fit Calabria, Joe Lappano. Anche in questo caso, è stato rimarcato nel corso dei saluti finali, resta l’auspicio di aver incontrato i futuri campioni del tennis europeo e mondiale, come capitato nelle precedenti edizioni. Del resto sui campi in terra del Polimeni hanno giocato gli attuali leader delle classifiche mondiali quali  Simona Halep (attuale n.1 della classifica WTA), Jelena Ostapenko (attuale n.15 WTA), la talentuosa svizzera Belinda Bencic, il tedesco Alexandre Zverev (attuale n.5 della classifica ATP) e Stefanos Tsitsipas (attuale n.15 della classifica ATP), ma anche i giovani italiani quali Federica Sacco, Lorenzo Musetti e Federico Nardi, tra i più promettenti tennisti italiani.

Premio Strigile e coppa Federico Bianco Petr Nesterov.
Premio fair play assegnato dal Panathlon: Tara Wurth

Finale under 16 maschile: Nesterov b. Morozovs: 6-2, 4-6, 6-2.
Finale under 16 femminile: Ruzic b. Wurth: 6-4, 7-6.
Finale under 14 maschile: Zhzhenov b. Barton: 6-4, 6-4.
Finale under 14 femminile: Idrizovic b. Dimitrova: 7-6, 6-2.

Finale 5 posto under 14 maschile: Ciaravella b. Pieczkoski: 7-5, 6-0.
Finale 5 posto under 14 femminile: Pedone b. Zeynalova: 6-4, rit.