“Non è mai il singolo evento né tantomeno la partita, l’incontro, la gara a determinare un processo di crescita generale, sia per quel che riguarda l’aspetto Federale sia per quel che concerne lo sport in senso lato”. Queste le parole del Presidente C.R. CONI Calabria Maurizio Condipodero durante la fase conclusiva del progetto nazionale “Trofeo CONI Kinder + Sport 2018”, svoltosi a Rimini dal 20 al 23 Settembre.

Un percorso tracciato insieme tra Comitato e Federazioni che lentamente mostra segnali importanti di crescita per il nostro territorio con la Calabria che inizia a scalare posizioni tra le Regioni d’Italia, migliorando il proprio punteggio rispetto alla passata stagione e mostrando un’attenzione particolare in termini di partecipazione, anch’essa in aumento, per le iniziative nazionali del CONI.

Il Trofeo CONI Kinder + Sport 2018 vede, infatti, la Calabria salire alla diciassettesima posizione con un risultato eccellente per Federazioni sportive quali: FIM, FIGC, FITAV e UITS. Nello specifico arriva la Medaglia d’Oro con la Federazione Italiana Motonautica rappresentata dagli atleti De Santis Francesca, Barbaro Diego Pio, Balzano Italo Fortunato e Lombardo Alessandro della Yachting Kroton Club; Medaglia d’Argento per la Federazione Italiana Giuoco Calcio rappresentata da Raffaele Gabriel, Falvo Domenico, Sacco Carlotta, Vona Fiorella, Morelli Cesare, Bertone Maria, tutti appartenenti al Centro Tecnico Federale di Catanzaro; Medaglia di Bronzo a squadra per la Federazione Italiana Tiro a Volo con Brancati Desiree e Algieri Antonio; Medaglia di Bronzo per l’Unione Italiana Tiro a Segno nella specialità della carabina con appoggio con l’atleta Viscomi Giorgia della Delegazione di Catanzaro. Un ringraziamento particolare si estende a tutti gli accompagnatori che, come ogni anno, rendono possibile la partecipazione dei ragazzi al Trofeo CONI.

Il Segretario Regionale Walter Malacrino e il dipendente CONI Maria Alosa hanno avuto modo di apprezzare ulteriormente il progetto per i momenti altamente costruttivi, in cui si è riconosciuto ancora una volta l’importanza dello scambio di idee tra i colleghi e la costruttività del confronto.