Si è tenuta a Casale Monferrato (AL), dal 20 al 22 aprile, la Coppa Italia 2018 di scherma per le categorie Cadetti (15-17 anni) e Giovani (18-20 anni). In rappresentanza della Calabria hanno gareggiato sette cadetti e due giovani.
La pattuglia più numerosa è stata quella degli atleti del Circolo Scherma Lametino, unica società a praticare la sciabola in regione. Ottimo risultato nella categoria Giovani per la sciabolatrice Claudia Failla che riporta a casa il 16° posto e la qualificazione per le finali del Campionato Nazionale Giovani di scherma. Fra i cadetti invece si registrano i piazzamenti di Ezio Palmieri 33° e Stefano Capriglia 46° e delle cadette Carla Alessi 26ª, Lorenza Tarsitano 41ª e Sofia Giovannone 46ª.
Il veterano dell’Accademia di Scherma Calabrese, Gaetano Bilotta, si ferma invece al 70° posto finale della cat. Giovani nella specialità della spada. La sua allieva, la giovanissima  Elide Filice è 169ª fra le spadiste cadette.
Il miglior risultato in assoluto lo riporta a casa Gustavo Valente del Club Scherma Cosenza che, a soli 15 anni, esordisce nella categoria più numerosa e combattuta, la spada cadetti. Valente affronta con grinta una gara durissima a cui partecipano quasi 300 atleti e riesce a scalare la classifica finale fino all’11° posto. Lo splendido risultato vale anche come qualificazione per le prossime finali del Campionato Nazionali Cadetti di scherma e conferma Valente fra gli esordienti più promettenti della scherma italiana.