Abbiamo portato a termine un’altra estate entusiasmante, una missione ancora più impegnativa degli altri anni, con 6 giorni di gare, 2 eventi di livello nazionale e oltre 200 atleti che si sono alternati sui 5 campi dello Sport Village Amantea. Ancora si sente l’adrenalina e l’entusiasmo di questi sei giorni, ma si sente anche la stanchezza e la mole di sacrifici fatti dal 2010 per organizzare eventi sempre più importanti e partecipati nella nostra città.

 

Dal 2010 Amantea ha ospitato due Finali Scudetto del Campionato Italiano (2016 e 2017) e la tappa finale del Paolo Nicolai’s U23 Tour (2017); uno stage della Nazionale Italiana femminile (2016); tre Tappe del Campionato Italiano (2013, 2014, 2015); due collegiali della Nazionale Italiana (2014, 2015); una Finale Regionale (2013); tre Tappe Regionali (2010, 2011, 2012); cinque Selezioni Regionali (2012 – 2016); cinquanta Tornei amatoriali (2010 – 2016).

In questi eventi è stato registrato da dati ufficiali la presenza di 814 atleti professionisti provenienti da tutta Italia, che si sono affrontati nei circa 900 match disputati; oltre agli atleti Amantea ha ospitato 140 tra arbitri e staff Fipav; 250 accompagnatori; 2300 amatori registrati nei tornei amatoriali e decine di migliaia di spettatori che ringraziamo infinitamente per l’affetto e la stima dimostrata per il nostro lavoro.

Agli eventi si aggiungono riconoscimenti personali importanti per chi fa parte di questa squadra: coach Terenzio Feroleto è allenatore della nazionale italiana di beach volley con un’esperienza alle Olimpiadi di Rio 2016; due atlete Rebecca Perry ed Agata Zuccarelli (neo campionessa italiana) tesserate con l’associazione e convocate in nazionale; coach Giuseppe Feroleto designato per il 2017 come selezionatore della rappresentativa calabrese femminile. Per finire con la presenza ad Amantea di atleti olimpionici come Paolo Nicolai, Marta Menegatti e Laura Giombini. Tutti volti che hanno raccontato all’Italia la bellezza di Amantea in un periodo storico in cui la città è spesso assurta alle cronache nazionali per vicende infelici. Basti pensare che Paolo Nicolai ai suoi oltre 25.000 follower ha raccontato la sua permanenza ad Amantea con foto e video, uno spot gratuito dal valore inestimabile.

Infine, il dato più importante per tutti noi: il centro federale rappresenta un punto di riferimento per tantissimi turisti che possono praticare sport gratuitamente, ma soprattutto è un vero centro di aggregazione sociale per tantissimi giovani, come dimostrano i tanti ragazzi che nel corso delle manifestazioni si mettono a servizio dell’evento e rappresentano in quel frangente lo spirito migliore della città di Amantea. Sono loro l’anima più sana, su cui investire e di cui essere orgogliosi.

Vogliamo sottolineare che i numeri sopraesposti non sono costituiti da “spettatori per un giorno” ma da visitatori che contribuiscono ad immettere linfa vitale nel tessuto economico e sociale della città, oltre che a migliorare l’immagine positiva del territorio promuovendo attraverso i social personali tanti bei momenti vissuti ad Amantea.

Ci stiamo rendendo conto, assieme ai partner, di aver scritto una piccola favola nata da un pugno di sabbia e ricca di emozioni portata avanti grazie alla passione ed alle spalle di tante persone.  Ma la storia dello Sport Village Amantea non è solo questa. Come in tutte le favole si sono susseguiti tanti momenti di difficoltà.

Enormi sono i sacrifici, anche fisici, che oltrepassano la mera organizzazione di un evento nazionale che ha, tra le altre cose, costi elevati. Quando nel 2010 abbiamo iniziato a pulire la sabbia con zappa, pala e rastrello, in tanti ci osservavano, forse chiedendosi se stessimo preparando un orto, oppure, se avessimo soltanto voglia di perdere tempo e sprecare energie. Oggi quelle stesse persone hanno avuto la possibilità di sedere sulle tribune dell’arena dello Sport Village Amantea in cui è stato assegnato lo scudetto e hanno visto nascere da quel sudore qualcosa di bello che “arreda” il centro del lungomare cittadino e che quando smonta, citando un amico di Facebook, decreta la fine dell’estate ad Amantea. Per la FIPAV siamo tra le migliori strutture a livello nazionale, siamo una macchina organizzativa oleata e capace di gestire eventi importanti, perché ognuno di noi ha mantenuto il senso del sacrificio oltre che vestire i panni “formali” dell’organizzatore.

Il nostro lavoro è la dimostrazione dell’amore per la città e per i ragazzi di Amantea. Per questo motivo non possiamo più tollerare i tanti i gesti di inciviltà quotidiani, di persone poco rispettose dell’ambiente e del lavoro degli altri ai quali abbiamo dovuto far fronte, o incomprensioni con operatori (senza fare di tutta l’erba un fascio), che non comprendono le opportunità anche economiche offerte dal nostro impegno.

In questi anni abbiamo offerto alla città e alle istituzioni locali la massima visibilità in tutti i momenti mediaticamente più significativi. Tuttavia restano gravi le disattenzioni che hanno messo in difficoltà l’organizzazione e che minano la crescita dello Sport Village e la capacità di realizzare altri eventi simili ad Amantea.

Per il livello raggiunto ed il contesto economico sociale in cui si opera, crediamo che non ci sia più lo spazio per i “bravi andate avanti”. Bisogna impegnarsi necessariamente insieme per non dilapidare la credibilità e l’autorevolezza acquisita dalla città negli ambienti sportivi di riferimento. Il nostro intento è condividere e mettere al servizio della città quanto costruito. Ma c’è bisogno che dall’altra parte ci sia un impegno pari al nostro per arrivare ad obiettivi ancora più ambiziosi.

Siamo certi, essendo passati su tante difficoltà, che il tempo offre le opportunità, se colte, per poter rimediare e prendere coscienza (con gesti concreti) di questa realtà che riteniamo sia un patrimonio che andrebbe tutelato e sostenuto, magari tracciando una rotta lungimirante che nasca dal dialogo e da scelte condivise. Noi siamo pronti a concordare con le istituzioni una visione di crescita per lo sport e l’immagine della città senza disperdere quanto costruito in questi sette anni con enormi sacrifici.

Abbiamo ancora tanta passione, tante idee e tanti sogni, e di certo ne arriveranno altrettanti dai ragazzi che assieme a noi stanno crescendo. Sta a chi deve guidare lo sviluppo del territorio, far realizzare questi sogni per trasformarli in azioni che producano crescita economica e, soprattutto, sociale per la nostra città.

 

ASD BEACH&VOLLEY AMANTEA

 

Dati sull’evento 2017:

Oltre 200 atleti hanno calcato i campi dello Sport Village di Amantea in questa settimana, con un indotto tra arbitri, accompagnatori, membri della federazione e famiglie di un migliaio di persone che hanno goduto dell’organizzazione dell’associazione amanteana e di tutto quello che ha da offrire il territorio. Ottimi anche i numeri relativi al pubblico con oltre 10.000 presenze fatte registrare nel corso dei sei giorni, con tribune e lungomare affollatissimi soprattutto durante le finali delle diverse competizioni. Sul Web grande riscontro per le dirette streaming delle finali viste da oltre 4.000 persone in tutta Italia e per i materiali pubblicati sulla pagina Facebook dell’associazione che hanno generato quasi 100.000 interazioni tra condivisioni, mi piace e visualizzazioni dei video. Numeri che mettono in risalto il valore dell’evento, dell’organizzazione e la capacità di attrarre e promuovere il territorio che solo lo sport sa avere.

 

Notizie relative a quanto fatto sono state date da:

TV e Media nazionali

SkySport 24

EuroNews

Gazzetta dello Sport

Corriere dello Sport

OA Sport

SportFair

Volleyball.it

Ansa.it

 

TV e Media regionali

Volley Channel

La C News 24 (TV, sito e YouTube)

TGR Calabria

RTC

Gazzetta del Sud

Quotidiano del Sud

Corriere della Calabria

Strill.it

Zoomsud.it

Cn24.it

 

Oltre 60 tra quotidiani e siti locali di diverse zone d’Italia in riferimento agli atleti di quel territorio hanno parlato di Amantea e delle finali Scudetto tenute allo Sport Village Amantea.

Oltre 200 profili social di atleti, società sportive, familiari, membri dello staff e spettatori hanno condiviso foto e video di Amantea. Soprattutto, su Instagram e Facebook.

La pagina Facebook dell’associazione in questa settimana ha raggiunto oltre 53.000 persone in tutta Italia e il profilo Instagram ha raggiunto quasi 1.000 follower e fatto registrare una media di 80-100 Mi Piace alle foto condivise.

Tutto questo è il risultato della nostra comunicazione, ma soprattutto tutto ciò è un impareggiabile atto di marketing territoriale dal basso, dal valore inestimabile.